22.2 C
Milano
sabato 28 Maggio 2022

Risparmio gestito, una chiusura d’anno in positivo: a dicembre raccolta netta a 7,8 miliardi di euro

Un anno con chiusura in positivo per l’industria del risparmio gestito.

Secondo i dati diffusi da Assogestioni, a dicembre il settore ha raccolto 7,8 mld di euro. Nelle gestioni collettive sono entrati 7 mld, sotto la spinta dei fondi aperti che registrano flussi netti mensili per 5,8 mld. Il saldo complessivo della raccolta netta da inizio anno è salito a 92 mld.

Il patrimonio gestito ha messo a segno un nuovo massimo storico a 2.583 mld grazie all’effetto combinato della raccolta e dell’attività di gestione. La quota prevalente degli asset, 1.340 mld (pari al 51,9% del totale), è impiegata in fondi aperti e chiusi. Gli investimenti nelle gestioni di portafoglio ammontano a 1.242 mld.

I fondi di lungo termine hanno attirato flussi netti per 5,6 mld. I risparmiatori italiani hanno indirizzato le proprie preferenze in particolare sui fondi obbligazionari (+3,1 mld), sugli azionari (+1,4 mld) e sui bilanciati (+1 mld).

A livello societario a dominare il mese è il gruppo Intesa Sanpaolo con oltre 2,8 mld di afflussi, seguito da Amundi, con oltre 1,8 mld. In terza posizione Anima con oltre 1 miliardo.

Tra le società in rosso c’è da segnalare Poste Italiane con meno 942 milioni, State Street Global Advisors a meno 441 milioni e Kairos a -231 milioni.

Latest News