Skip to content

MISSION         REDAZIONE       CONTATTI

Maggio 19, 2024 7:50 am
Facebook
Twitter
LinkedIn
Il Ministro Giorgetti ha presentato alla Camera il Documento di Economia e Finanza. Analizzando il testo, il Responsabile dell’Economia ha evidenziato un ribasso dello 0,2% nella crescita del PIL per il 2024 rispetto alle previsioni, con il dato finale che si attesterà all’1%. L’aggiustamento è ritenuto “prudenziale” dai tecnici del Ministero ed è legato alle crisi geopolitiche per le quali “ogni previsione può essere superata dagli eventi”.
Contenute le reazioni: per i sindacati, l’analisi delle criticità dei conti pubblici è rinviata a dopo le elezioni europee mentre Confindustria sollecita l’Esecutivo ad una piena attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).
Il DEF approvato in Consiglio dei Ministri non contiene gli aggiustamenti che saranno introdotti dalla Riforma delle regole fiscali adottata dalla UE. Giancarlo Giorgetti ha spiegato che solo in un secondo momento verrà rivista la rendicontazione di bilancio in osservanza alle regole europee.
Secondo il Ministro la Commissione UE raccomanderà l’apertura per l’Italia di una procedura per deficit eccessivo nel 2023. Giorgetti è fiducioso per il futuro: il Paese ha le potenzialità per ridurre nel medio periodo il rapporto debito/PIL e questo resta un obbiettivo fondamentale per la prosperità economica e sociale.
Torna su