4.4 C
Milano
sabato 26 Novembre 2022

Mercati, volatilità infinita: portafogli sulla difensiva, selezionare e diversificare gli investimenti

Milano – Dopo una prima metà dell’anno impegnativa e un terzo trimestre 2022 dominato dalla volatilità, il mercato non è pronto per una ripresa e un ritorno alla stabilità nemmeno nel quarto trimestre. UBS Wealth Management crede che i prossimi mesi costituiscano un ambiente in cui investire e diversificare, ma anche essere selettivi. In sostanza, non è un contesto in cui posizionarsi troppo pesantemente per un dato scenario a breve termine, ma uno in cui gli esperti ritengono che riallocazioni intelligenti all’interno dei vari asset possano migliorare il profilo rischio-rendimento dei portafogli complessivi per diventare più resilienti.

“Quando gli investitori si convinceranno che domanda e offerta stanno tornando in equilibrio, probabilmente si innescherà un rapido recupero – ha spiegato Mark Haefele, Chief Investment Officer di UBS GWM – Ne sono un esempio i rialzi brevi ma intensi registrati a luglio e a inizio settembre, che dimostrano come rimanere investiti sia l’unico modo per non farsi cogliere impreparati da una ripresa sostenuta. Nel nostro scenario di riferimento ci aspettiamo un rialzo dei listini azionari entro giugno 2023”. “Ma l’inflazione core americana resta elevata, l’inverno è ormai alle porte in Europa e il prossimo mese si terrà il 20° Congresso nazionale del Partito comunista cinese: prosegue quindi l’incertezza circa il picco dei tassi d’interesse, il punto minimo degli utili e le prospettive dei prezzi dell’energia – ha aggiunto – Ci aspettiamo pertanto che anche gli ultimi mesi di quest’anno di scoperte siano all’insegna della volatilità. In questo contesto, rimaniamo investiti ma in modo selettivo e continuiamo a puntare su titoli difensivi, value, generazione di redditi, diversificazione e sicurezza”.

Per quanto riguarda la riallocazione intelligente all’interno delle asset class, con l’obiettivo di migliorare il profilo rischio-rendimento dei portafogli, UBS GWM consiglia di orientare i portafogli a favore dei settori del mercato che sono maggiormente in grado di tollerare un rallentamento dell’attività economica. Nei mercati azionari puntano quindi sui titoli della sanità e dei beni di prima necessità. Nel reddito fisso privilegiano le obbligazioni di alta qualità e i titoli di credito più resilienti. Tra le valute preferiscono il franco svizzero e il dollaro statunitense. Anche le strategie di protezione del capitale possono conferire un taglio più difensivo ai portafogli.

Latest News