13.8 C
Milano
giovedì, Ottobre 21, 2021

Inflazione, Jeremy Siegel: “Sarà un problema molto più grande di quanto creda la Fed”

Wall Street potrebbe essere sull’orlo di un trimestre non particolarmente felice.

Il professore di finanza della Wharton School of the University of Pennsylvania, Jeremy Siegel, noto per le sue previsioni di mercato tendenzialmente positive, ha lanciato un allarme sulla capacità del mercato di far fronte all’inflazione.

“Stiamo andando incontro a qualche problema”, ha detto venerdì a “Trading Nation” della CNBC. “L’inflazione, in generale, sarà un problema molto più grande di quanto creda la Fed”.

Il noto opinionista finanziario, avverte che sussistono gravi rischi legati all’aumento dei prezzi. “Ci sarà pressione sulla Fed per accelerare il suo processo di tapering”, ha detto. “Anche se non credo che il mercato sia pronto per un tapering accelerato”.

Secondo Siegel, la più grande minaccia per Wall Street è il presidente della Federal Reserve Jerome Powell che si starebbe allontanando dalle politiche monetarie di sostegno all’economia molto prima del previsto a causa dell’aumento dell’inflazione. “Sappiamo tutti che gran parte della leggerezza del mercato azionario è legata alla liquidità che la Fed ha fornito. Se questa verrà cessata più velocemente, significherà che gli aumenti dei tassi di interesse si verificheranno prima”, ha osservato. “Entrambe le cose non sono positive per il mercato azionario”.

Il professore sembra essere particolarmente preoccupato per l’impatto sui titoli in crescita, in particolare sulla tecnologia. Suggerisce che il Nasdaq, forte della tecnologia, che è lontano il 5% dal suo massimo record, è pronto per forti perdite. “Ci sarà una sfida per i titoli a lunga durata”, ha affermato Siegel. “L’inclinazione sarà verso i titoli value”.

“Ricordo l’inflazione negli anni ’70. Tutti si sono rivolti all’oro. Si sono rivolti al collezionismo. Si sono rivolti ai metalli preziosi”, ha detto. “Oggi nel nostro mondo digitale, si stanno rivolgendo al bitcoin e penso che ignorino l’oro”. Siegel è ottimista sull’oro, e crede che sia diventato relativamente economico come copertura contro l’inflazione visto l’accrescimento della popolarità del bitcoin e delle altre criptovalute.

Latest News

Web TV