8.3 C
Milano
lunedì 5 Dicembre 2022

Fineco: utile 9 mesi sfiora 303 milioni, ricavi +15%, migliorano stime 2023

Milano – Fineco ha chiuso i primi nove mesi del 2022 con ricavi a 684,1 milioni di euro, in crescita del 14,6% a/a, trainati dall’Investing (+17,6%) grazie al crescente contributo di Fineco Asset Management e ai maggiori margini netti sul gestito, e dal Margine Finanziario (+20,0% a/a). L’utile netto è stato di 302,7 milioni di euro, superiore del 17,7% a/a rispetto ai primi nove mesi del 2021. I Total Financial Assets al 30 settembre 2022 si attestano a 102,9 miliardi di euro, sostanzialmente stabili (-0,6% a/a) rispetto a settembre 2021. Il saldo della raccolta gestita risulta pari a 50,7 miliardi, in lieve calo del 3,7% a/a a causa della correzione generalizzata sui mercati da inizio anno, il saldo della raccolta amministrata risulta pari a 21,5 miliardi (-2,2% a/a), il saldo della raccolta diretta risulta pari a 30,7 miliardi (+6,2% a/a).

“In uno scenario che si differenzia fortemente rispetto al recente passato, la capacità di Fineco di proseguire nel proprio percorso di solida crescita conferma ancora una volta l’efficienza di un modello di business in grado di affrontare al meglio ogni fase di mercato – ha commentato il CEO Alessandro Foti – Il contributo di Fineco Asset Management si riflette nei risultati positivi dell’area Investing, in netto miglioramento rispetto a un anno fa, permettendo di attuare nuove iniziative per rendere la consulenza finanziaria sempre più accessibile ai risparmiatori e favorire una gestione più professionale del risparmio. Anche i solidi dati di raccolta di ottobre evidenziano l’orientamento da parte della clientela a mantenere o incrementare la propria esposizione ai mercati, indipendentemente dalla volatilità delle borse – ha aggiunto – Per queste ragioni Fineco si trova nella posizione ideale per beneficiare di un ulteriore sviluppo futuro”. Le masse gestite di Fineco Asset Management sono pari a 24,5 miliardi di euro, di cui 14,8 miliardi relativi a classi retail (+6,0% a/a) e 9,7 miliardi relativi ai fondi sottostanti dei wrapper (classi istituzionali, +27,1% a/a).

Continua l’acquisizione di nuovi clienti, pari a 70.886 nei primi nove mesi del 2022, portando il totale a 1.468.434 clienti. La società evidenzia che “le attuali aspettative per il 2022 e il 2023 sono fortemente migliorate rispetto alle precedenti grazie al modello di business diversificato, poiché l’aumento atteso del Margine finanziario è sensibilmente più alto rispetto al leggero calo nella crescita dei ricavi investing”. Il margine finanziario atteso è pari a circa 380 milioni nel 2022, con un’ulteriore crescita di almeno il 70% nel 2023 (considerando il rimborso anticipato del TLTRO a novembre 2022). Per gli anni successivi il margine finanziario è atteso continuare a beneficiare del nuovo scenario dei tassi di interesse grazie alla sensitivity e all’incremento dei volumi. Le Commissioni Banking sono attese a oltre 50 milioni nel 2022 e attese in ulteriore crescita grazie all’incremento della base clienti.

Latest News