1.7 C
Milano
venerdì, Gennaio 21, 2022

EU, rialzo prezzi produzione industriale (+5%). Disoccupazione al 7,3%

Secondo le stime di Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea, a ottobre 2021, i prezzi alla produzione industriale sono aumentati del 5,4% nell’area euro e del 5,0% nell’UE, rispetto a settembre 2021. A settembre 2021, i prezzi sono aumentati del 2,8% nell’area dell’euro e del 2,7% nell’UE. A ottobre 2021, rispetto a ottobre 2020, i prezzi alla produzione industriale sono aumentati del 21,9% nell’area dell’euro e del 21,7% nell’UE.

I prezzi alla produzione industriale nell’area dell’euro a ottobre 2021, rispetto a settembre 2021, sono aumentati del 16,8% nel settore energetico, dell’1,4% per i beni intermedi, dello 0,5% per i beni di consumo durevoli e non durevoli e dello 0,4% per i capitali merce. I prezzi nell’industria totale esclusa l’energia sono aumentati dello 0,8%.

Fonte: Eurostat

Nell’UE, i prezzi alla produzione industriale sono aumentati del 14,9% nel settore energetico, dell’1,4% per i beni intermedi, dello 0,6% per i beni strumentali e di consumo non durevoli e dello 0,5% per i beni di consumo durevoli. I prezzi nell’industria totale esclusa l’energia sono aumentati dello 0,9%.

I maggiori aumenti mensili dei prezzi alla produzione industriale sono stati registrati in Belgio (+11,2%), Italia (+9,4%) e Romania (+8,6%), mentre le uniche diminuzioni sono state osservate in Estonia (-2,1%), Lussemburgo (-0,3 %) e Svezia (-0,2%).

I prezzi alla produzione industriale nell’area dell’euro nell’ottobre 2021, rispetto a ottobre 2020, sono aumentati del 62,5% nel settore energetico, del 16,8% per i beni intermedi, del 4,2% per i beni di consumo durevoli, del 3,9% per i beni strumentali e del 3,4% per i beni di consumo non durevoli. I prezzi nell’industria totale esclusa l’energia sono aumentati dell’8,9%.

Nell’UE, i prezzi alla produzione industriale sono aumentati del 59,8% nel settore energetico, del 17,1% per i beni intermedi, del 4,6% per i beni di consumo durevoli, del 4,1% per i beni strumentali e del 3,6% per i beni di consumo non durevoli. I prezzi nell’industria totale esclusa l’energia sono aumentati del 9,2%. I prezzi alla produzione industriale sono aumentati in tutti gli Stati membri, con i maggiori aumenti annui registrati in Irlanda (+89,9%), Danimarca (+39,8%) e Belgio (+34,5%).

EU, tasso disoccupazione al 7,3%

A ottobre 2021, il tasso di disoccupazione destagionalizzato dell’area dell’euro era del 7,3%, in calo rispetto al 7,4% di settembre 2021 e all’8,4% di ottobre 2020. Il tasso di disoccupazione dell’UE era del 6,7% a ottobre 2021, stabile rispetto a settembre 2021 e in calo rispetto a 7,5% a ottobre 2020.

Nell’ottobre 2021, il tasso di disoccupazione giovanile era del 15,9% sia nell’UE che nell’area dell’euro, in calo rispetto al 16,0% nell’UE e al 16,1% nell’area dell’euro nel mese precedente. Rispetto a settembre 2021, la disoccupazione giovanile è diminuita di 2 000 nell’UE e di 9 000 nell’area dell’euro. Rispetto all’ottobre 2020, la disoccupazione giovanile è diminuita di 165 000 unità sia nell’UE che nell’area dell’euro.

A ottobre 2021, il tasso di disoccupazione femminile era del 7,0% nell’UE, in calo dal 7,1% di settembre 2021. Il tasso di disoccupazione maschile era del 6,4% a ottobre 2021, in calo dal 6,5% di settembre 2021.

Latest News

Web TV