6 C
Milano
venerdì, Dicembre 3, 2021

Borse, Piazza Affari maglia nera: -3,3%

Giornata iniziata male, finita malissimo. Milano è maglia nera: l’indice principale Ftse Mib ha lasciato sul terreno il 3,33% scendendo a 23.965,92 punti, livelli che non vedeva da oltre 2 mesi.

Le preoccupazioni sulla variante Delta continuano a pesare sulle Borse europee, per gli effetti negativi che questo potrebbe avere sulle riaperture e sulla ripresa economica. Dopo Milano, tra i listini peggiori anche il CAC 40 -2,54% di Parigi, il DAX 30 -2,61% di Francoforte, l’IBEX 35 -2,49% a Madrid e l’AEX -2,09% di Amsterdam. Stessa situazione anche a Londra (-2,3%), nonostante il “freedom day” dalle restrizioni. Anche a Wall Street la situazione non è molto diversa: il Dow Jones perde il 2,21%, seguito dall’S&P (-1,57%) e dal Nasdaq (-0,58%).

Sui mercati obbligazionari i rendimenti toccano minimi da oltre quattro mesi: il rendimento del Bund perde un ulteriore 11,57% e scende a -0,390, mentre quello del Btp al 2031 è stabile a 0,704% (+0,43%), un’area non raggiunta da inizio marzo. Lo spread Btp/Bund sale a 110 punti base.

Dopo l’accordo con Opec+, il Wti oggi tratta a 66,78 (-6,72%), e anche il Brent scende sotto la soglia 70, arrivando a 69,14 (-6,09%).

L’euro/dollaro scende a 1,1798 (-0,06%), il dollaro/yen dello 0,50% a 109,50, sterlina/dollaro lo 0,68% arrivando a 1,3676.

A piazza Affari in forte ribasso le utility: Enel cede il 4,91%, Terna il 2,91%, Hera il 2,75%. Male anche Maire Tecnimont, che perde il 7,46%, Saipem il 4,45% e Snam il 2,53%.

Profondo rosso anche per il comparto bancario: Bper -4,83%, Unicredit -4,15%, Intesa Sanpaolo -3,85%, Banco Bpm -3,46%.

In positivo invece Diasorin a +1,81% e Amplifon a + 0,47%.

Latest News

Web TV