18.8 C
Milano
domenica, Ottobre 17, 2021

Borsa, piazze europee deboli. Oggi obbligazionario USA chiuso per Colombus Day

Le borse europee iniziano la settimana sottotono: (alle ore 10.20), il Ftse Mib perde lo 0,26% a 25982.48 punti, il Cac40 è in calo dello 0,09% a 6553.84 punti, così come il Dax (-0,17% a 15180.280 punti). Situazione di debolezza anche per Ibex 35 (-0,10% a 8946.30 punti) mentre si trovano in zona positiva Ftse 100 (+0,23% a 7111.58 punti) e Aex (+0,12% a 772.97 punti).

Anche i futures di Wall Street si mostrano abbastanza deboli (-0,01% il Dow Jones e -0,11% l’S&P500). Oggi è il Columbus Day negli Stati Uniti, e quindi il mercato obbligazionario rimane chiuso. Nell’obbligazionario lo spread Btp-Bund è stabile a 102,8 punti base rispetto alla chiusura di venerdì per un rendimento del decennale italiano dello 0,88%, mentre il Bund tedesco resta sopra il -0,2% al -0,182%. Intanto il rendimento del decennale Usa rimane in tensione oltre l’1,6%, e stamani tratta a 1,612% (+0,041 punti).

L’azionario nipponico ha guadagnato terreno per la terza sessione consecutiva, estendendo la ripresa dal minimo di sei settimane segnato la scorsa settimana, con un forte calo dello yen che ha sostenuto gli esportatori mentre una flessione dei casi di Covid-19 ha alimentato le speranze di riapertura economica. Il Nikkei ha chiuso in rialzo dell’1,60% a 28.498,20 punti. Il resto dei listini asiatici mostra andamento indeciso: Hang Seng guadagna l’1,94%, Shanghai appena sotto la parità a -0,01% e Schenzen perde lo 0,32%.

Nell’obbligazionario lo spread Btp-Bund è stabile a 102,8 punti base rispetto alla chiusura di venerdì per un rendimento del decennale italiano dello 0,88%, mentre il Bund tedesco resta sopra il -0,2% al -0,182%. Intanto il rendimento del decennale Usa rimane in tensione oltre l’1,6%, e stamani tratta a 1,612% (+0,041 punti).

Sul fronte commodities, il petrolio è in rialzo: il Wti sale oltre gli 80 mdollari al barile (+2,02% a 80,95 dollari), il Brent sale dell’1,60% (83,69 dollari). L’oro invece perde lo 0,09% a 1.755 dollari l’oncia.

Nel valutario l’euro poco mosso sul dollaro (-0,05%) e scambia a 1,1564, situazione analoga con la sterlina (-0,13%) dove scambia a 0.8483. Il dollaro in ripresa sullo yen (+0,59%), dove scambia a 112.89, così come il cross tra sterlina e biglietto verde (+0,17%) a 1.3634.

A Piazza Affari spicca Saipem, che segna +1,77%. Molto bene anche Tenaris (+1,69%), Eni (+1,54%) e Bper Banca (+1,29%).

Deboli invece Enel (-1,91%), Amplifon (-1,82%) e Interpump Group (-1,66%).

Latest News

Web TV