0.7 C
Milano
giovedì, Gennaio 27, 2022

Auto, Toyota supera General Motors negli USA: prima volta dal 1931

La casa automobilistica giapponese Toyota Motor Corp ha superato la General Motors Co negli Stati Uniti nel 2021: per la prima volta dal 1931 la casa automobilistica di Detroit non guida le vendite di auto negli USA.

Toyota ha venduto 2,332 milioni di veicoli negli Stati Uniti nel 2021, rispetto ai 2,218 milioni di General Motors, hanno dichiarato martedì le due case automobilistiche.

Le vendite statunitensi di GM sono diminuite del 13% per il 2021 – e del 43% nel quarto trimestre – mentre Toyota è aumentata del 10% per l’anno. GM ha avuto vendite inferiori nel 2010 a 2.202 milioni. Per tutto il 2020, le vendite negli Stati Uniti di GM sono state pari a 2,55 milioni, rispetto ai 2,11 milioni di Toyota e ai 2,04 milioni di Ford Motor Co.

L’anno scorso è stato segnato da una carenza di semiconduttori utilizzati pesantemente nei veicoli, costringendo le case automobilistiche a concentrarsi sui loro modelli più redditizi. Anche se la casa automobilistica giapponese non ha voluto commentare il suo successo, secondo gli analisti questo sarebbe legato in particolare alla migliore gestione dei problemi della catena di approvvigionamento, che ha così permesso poche interruzioni di produzione.

GM ha detto martedì che si aspetta che la crescita economica degli Stati Uniti aumenterà le vendite totali del settore dei veicoli leggeri statunitensi da circa 15 milioni nel 2021 a circa 16 milioni nel 2022. (Secondo IHS Markit, le vendite negli Stati Uniti dovrebbero raggiungere quasi 15,5 milioni nel 2022). GM è stato il più grande venditore di veicoli negli Stati Uniti dal 1931, quando ha superato Ford, secondo i dati della pubblicazione del settore Automotive News.

Il portavoce di GM Jim Cain ha commentato in modo sarcastico i risultati raggiunti dalla rivale giapponese: “Se fossi in Toyota non mi precipiterei a farmi tatuare Numero 1.

Il vicepresidente di Toyota Jack Hollis ha invece voluto sottolineare che l’azienda è “grata” ai suoi clienti fedeli, ma “essere il numero 1 non è mai un obiettivo o una priorità”.

Latest News

Web TV