Skip to content

MISSION         REDAZIONE       CONTATTI

Maggio 19, 2024 8:15 am
Facebook
Twitter
LinkedIn

L’analisi condotta dal capo economista di Capital Economics Neil Shearing evidenzia un possibile impatto negativo sull’energia e sulle politiche monetarie dall’azione militare di ritorsione dell’Iran nei confronti di Israele. Secondo Shearing l’aumento dei prezzi del petrolio potrebbe aggiungere almeno uno 0,1% all’inflazione delle economie più industrializzate. Inoltre, contribuirà all’incertezza generale la spinta ad aumentare la produzione che arriva da alcuni paesi OPEC+. Shering paventa timori anche per il taglio dei tassi atteso a giugno: potrebbe ora essere nuovamente ritardato. Nella sua analisi suggerisce alla FED di rinviare la mossa a settembre.

Torna su