Skip to content

MISSION         REDAZIONE       CONTATTI

Aprile 20, 2024 2:21 pm
Facebook
Twitter
LinkedIn
Chiude in rialzo il petrolio quotato sui mercati asiatici. I future del greggio WTI sfiorano gli 80 dollari al barile. Dopo i guadagni della sessione precedente, arriva un nuovo incremento dei prezzi sulla spinta dell’inatteso calo delle scorte di greggio statunitensi dovuto alla forte domanda del mercato interno. I dati EIA hanno rivelato un calo di 1,536 milioni di barili nella scorsa settimana, ben oltre le aspettative di un aumento di 1,338 milioni. Si tratta del primo ribasso in sette settimane, confermando i dati di settore riportati martedì dall’API. Il rapporto ha evidenziato una diminuzione delle scorte di benzina insieme a un calo nell’hub di Cushing, in Oklahoma. I prezzi del petrolio sono sostenuti anche dal danneggiamento degli impianti russi in seguito alla guerra in Ucraina e dai rischi geopolitici in corso in Medio Oriente. Inoltre, pesa il prolungato taglio all’offerta dell’OPEC+. Nel frattempo, i future del Brent avanzano sopra gli 84 dollari al barile.
NF
Torna su