Skip to content

MISSION         REDAZIONE       CONTATTI

Giugno 22, 2024 9:18 pm
Facebook
Twitter
LinkedIn
cina
L’Ufficio Nazionale di Statistica di Pechino ha registrato un miglioramento nei primi due mesi dell’anno della produzione manifatturiera e degli investimenti. Lo stesso istituto cinese conferma la debolezza dell’immobiliare, che appesantisce l’intera l’economia. Il settore è rimasto debole, con un calo degli investimenti del 9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Per affrontare la crisi, il Congresso Nazionale del Popolo ha annunciato l’aumento del finanziamento alle imprese del settore e la costruzione di alloggi dai prezzi più accessibili.
L’output industriale della Cina ha superato le previsioni degli analisti con un +7% rispetto al primo bimestre 2023, mentre gli investimenti in beni strumentali sono cresciuti del 4,2%. L’Ufficio Nazionale di Statistica conferma che ci sono segnali di ripresa, con la crescita di consumi ed aumento dei prezzi al consumo. Tuttavia gli esperti ritengono che l’obiettivo di crescita fissato al 5% per il 2024 potrebbe essere difficilmente raggiungibile.
Zichun Huang, economista di Capital Economics, ritiene che la correzione immobiliare sia ancora agli inizi e che l’economia cinese stia ancora faticando a riprendersi dalla pandemia COVID-19. Secondo altri analisti, i dati diffusi da Pechino servirebbero principalmente a prevenire il calo dei dati economici per il capodanno lunare, periodo festivo nel quale molte imprese e fabbriche restano chiuse.
Torna su