Skip to content

MISSION         REDAZIONE       CONTATTI

Luglio 22, 2024 2:02 pm
Facebook
Twitter
LinkedIn

“Le Banche dell’area Euro hanno dimostrato una robusta resilienza ed hanno protetto il sistema bancario dagli choc generati dalla situazione internazionale”: è positivo il giudizio della numero uno di BCE Christine Lagarde che a Francoforte ha illustrato il Rapporto annuale sulle attività di vigilanza 2023. Secondo la Presidente di Banca Centrale Europea non è ancora il momento di abbassare la guardia perché ci sono altre sfide: i tassi più elevati hanno spinto al rialzo i margini di interesse delle banche, ma -ha spiegato- inevitabilmente hanno creato un aumento dei tassi sui depositi e di conseguenza anche molti crediti deteriorati. Sviluppi che richiedono la costante attenzione delle autorità. Lagarde ha poi segnalato l’urgenza di due fenomeni: il cambiamento climatico e la digitalizzazione. Nel 2024, le banche dovranno trovare risposte a questi temi, integrando la gestione dei rischi nella propria politica. Grande attenzione dovrà anche essere dedicata al rischio di attacchi cibernetici: l’Autorità di Vigilanza invita le banche alla massima attenzione nella digitalizzazione per evitare minacce generate da un uso inappropriato dell’intelligenza artificiale. Lagarde è certa della risposta degli istituti bancari Euro: “la resilienza -conclude- e l’adattabilità saranno determinanti anche nel futuro”.

Torna su