21.2 C
Milano
martedì, Settembre 21, 2021

Walt Disney, battute le stime di Wall Street: ricavi per 17 mld di dollari

Nonostante la continua diffusione della variante delta di COVID-19 stia gettando un’ulteriore scure nel settore dell’entertainment, The Walt Disney Co. ha comunque battuto le stime di Wall Street, registrando un fatturato di $ 17 miliardi. Il consenso del mercato era stato per un fatturato di $ 16,8 miliardi. L’utile per azione è stato di $ 0,80, superando la stima di $ 0,55.

Il confronto con il terzo trimestre del 2020 è stato difatti molto favorevole, poiché quello è stato il primo trimestre ad essere completamente colpito dalla pandemia, dove sono stati chiusi i parchi a tema, ritardate tutte le uscite cinematografiche e interrotte le produzioni sportive e televisive.

La società ha anche fornito dati aggiornati sugli abbonati per Disney+, riportando che il servizio di streaming ha aggiunto 13 milioni di abbonati per un totale di 116 milioni, battendo le previsioni di Wall Street di 115 milioni. Lo scorso trimestre, Disney aveva registrato 103,6 milioni di abbonati Disney+, al di sotto delle aspettative.

In effetti, tutti i servizi di streaming Disney sono cresciuti in modo significativo, con Hulu che ha superato i 39 milioni di abbonati SVOD (in aumento del 22% anno su anno) e ESPN+ che ha raggiunto i 14,9 milioni di abbonati (in aumento del 75% anno su anno).

Il ricavo medio per utente ha continuato a diminuire su Disney+, trainato dai lanci nei mercati in cui il servizio è venduto a un prezzo inferiore rispetto agli Stati Uniti, mentre è leggermente aumentato sia su ESPN+ che su Hulu, trainato dalla pubblicità e dai nuovi abbonati.

Il business direct-to-consumer rimane il motore chiave per l’azienda, con un fatturato di 4,25 miliardi di dollari, in crescita del 57 percento rispetto allo stesso trimestre di un anno fa. L’unità di reti lineari della Disney, che include ESPN e ABC, è aumentata del 33% rispetto a un anno fa a $ 2,19 miliardi, mentre la sua divisione parchi a tema ed esperienze è aumentata di oltre il 100% a $ 4,3 miliardi, grazie alla riapertura di Disneyland e Walt Disney World. In effetti, i parchi a tema dell’azienda hanno registrato un profitto per la prima volta dall’inizio della pandemia, con un fatturato di $ 4,3 miliardi (rispetto a $ 1 miliardo un anno prima) e un reddito di $ 356 milioni, rispetto a una perdita di $ 1,9 miliardi un anno fa.

Il CFO di Disney Christine McCarthy ha affermato che la società rinuncerà a un dividendo per la prima metà del 2021. “Non prevediamo di dichiarare un dividendo o di riacquistare azioni fino a quando non torneremo a un ambiente operativo più normalizzato”, ha affermato McCarthy. Intanto però le azioni Disney sono aumentate di oltre il 10% nel commercio post-vendita.

Nonostante la continua diffusione della variante delta di COVID-19 stia gettando un’ulteriore scure nel settore dell’entertainment, The Walt Disney Co. ha comunque battuto le stime di Wall Street, registrando un fatturato di $ 17 miliardi. Il consenso del mercato era stato per un fatturato di $ 16,8 miliardi. L’utile per azione è stato di $ 0,80, superando la stima di $ 0,55.

Il confronto con il terzo trimestre del 2020 è stato difatti molto favorevole, poiché quello è stato il primo trimestre ad essere completamente colpito dalla pandemia, dove sono stati chiusi i parchi a tema, ritardate tutte le uscite cinematografiche e interrotte le produzioni sportive e televisive.

La società ha anche fornito dati aggiornati sugli abbonati per Disney+, riportando che il servizio di streaming ha aggiunto 13 milioni di abbonati per un totale di 116 milioni, battendo le previsioni di Wall Street di 115 milioni. Lo scorso trimestre, Disney aveva registrato 103,6 milioni di abbonati Disney+, al di sotto delle aspettative.

In effetti, tutti i servizi di streaming Disney sono cresciuti in modo significativo, con Hulu che ha superato i 39 milioni di abbonati SVOD (in aumento del 22% anno su anno) e ESPN+ che ha raggiunto i 14,9 milioni di abbonati (in aumento del 75% anno su anno).

Il ricavo medio per utente ha continuato a diminuire su Disney+, trainato dai lanci nei mercati in cui il servizio è venduto a un prezzo inferiore rispetto agli Stati Uniti, mentre è leggermente aumentato sia su ESPN+ che su Hulu, trainato dalla pubblicità e dai nuovi abbonati.

Il business direct-to-consumer rimane il motore chiave per l’azienda, con un fatturato di 4,25 miliardi di dollari, in crescita del 57 percento rispetto allo stesso trimestre di un anno fa. L’unità di reti lineari della Disney, che include ESPN e ABC, è aumentata del 33% rispetto a un anno fa a $ 2,19 miliardi, mentre la sua divisione parchi a tema ed esperienze è aumentata di oltre il 100% a $ 4,3 miliardi, grazie alla riapertura di Disneyland e Walt Disney World. In effetti, i parchi a tema dell’azienda hanno registrato un profitto per la prima volta dall’inizio della pandemia, con un fatturato di $ 4,3 miliardi (rispetto a $ 1 miliardo un anno prima) e un reddito di $ 356 milioni, rispetto a una perdita di $ 1,9 miliardi un anno fa.

Il CFO di Disney Christine McCarthy ha affermato che la società rinuncerà a un dividendo per la prima metà del 2021. “Non prevediamo di dichiarare un dividendo o di riacquistare azioni fino a quando non torneremo a un ambiente operativo più normalizzato”, ha affermato McCarthy. Intanto però le azioni Disney sono aumentate di oltre il 10% nel commercio post-vendita.

Latest News

I più letti