22.4 C
Milano
lunedì, Settembre 20, 2021

Virgin Orbit, la società di piccoli satelliti di Richard Branson sbarcherà sul Nasdaq tramite SPAC

Virgin Orbit, la società di piccoli satelliti di Richard Branson, oltre che nello Spazio sbarcherà anche sul Nasdaq tramite una Spac con NextGen Acquisition Corp II.

L’accordo valuterà la società fondata da Richard Branson a 3,2 miliardi di dollari e dovrebbe concludersi nel quarto trimestre di quest’anno. La fusione inoltre include finanziamenti per 100 milioni di dollari da Boeing Co (BA.N), AE Industrial Partners e altri sotto forma di investimenti privati ​​in public equity, o PIPE. Secondo un comunicato della società, alla chiusura, la società combinata otterrà fino a $ 483 milioni di proventi in contanti, inclusi fino a $ 383 milioni di contanti detenuti nel conto fiduciario di NextGen.

“L’economia spaziale si sta sviluppando rapidamente e Virgin Orbit è ben posizionata per trarre vantaggio dalla sua capacità di lanciare in modo competitivo in qualsiasi momento, da qualsiasi luogo sulla Terra, a qualsiasi orbita e inclinazione. Questa è una capacità davvero unica e differenziante”, hanno dichiarato i co-fondatori di NextGen George Mattson e Greg Summe.

Virgin Orbit, è una delle poche aziende, così come le rivali Firefly e Rocket Lab, in grado di costruire sistemi di lancio miniaturizzati per capitalizzare su un previsto boom della domanda di satelliti compatti, offrendo un metodo unico per inviare i satelliti in orbita.

Branson ha dichiarato in una nota: “Il team di Virgin Orbit ha dimostrato la sua capacità di creare nuove idee, nuovi approcci e nuove capacità. Stanno costruendo sull’incredibile base della loro rapida transizione verso operazioni di lancio commerciale di successo per trovare nuovi modi per risolvere grandi problemi che elevino le idee sorprendenti dei nostri clienti, ancora e ancora. Sono molto entusiasta di rendere pubblica Virgin Orbit, con il supporto dei nostri partner di NextGen e degli altri nostri meravigliosi investitori. È un’altra pietra miliare per consentire a tutti coloro che lavorano oggi di costruire una tecnologia spaziale che cambierà positivamente il mondo“.

Virgin Orbit manterrà il suo nome e sarà quotata al NASDAQ sotto VORB.

L’attuale base di azionisti di Virgin Orbit è composta dal Virgin Group di Branson, dalla Mubadala Investment Company e dal management e dai dipendenti. Gli azionisti esistenti introdurranno il 100% del loro capitale nella società combinata e si prevede che manterranno circa l’85% della società combinata, a condizione che gli azionisti di NextGen non abbiano rimborsi. Gli azionisti pubblici di NextGen deterranno circa il 10% della società combinata. Gli investitori di PIPE e lo sponsor SPAC deterranno rispettivamente il 3% e il 2%.

Virgin Orbit, la società di piccoli satelliti di Richard Branson, oltre che nello Spazio sbarcherà anche sul Nasdaq tramite una Spac con NextGen Acquisition Corp II.

L’accordo valuterà la società fondata da Richard Branson a 3,2 miliardi di dollari e dovrebbe concludersi nel quarto trimestre di quest’anno. La fusione inoltre include finanziamenti per 100 milioni di dollari da Boeing Co (BA.N), AE Industrial Partners e altri sotto forma di investimenti privati ​​in public equity, o PIPE. Secondo un comunicato della società, alla chiusura, la società combinata otterrà fino a $ 483 milioni di proventi in contanti, inclusi fino a $ 383 milioni di contanti detenuti nel conto fiduciario di NextGen.

“L’economia spaziale si sta sviluppando rapidamente e Virgin Orbit è ben posizionata per trarre vantaggio dalla sua capacità di lanciare in modo competitivo in qualsiasi momento, da qualsiasi luogo sulla Terra, a qualsiasi orbita e inclinazione. Questa è una capacità davvero unica e differenziante”, hanno dichiarato i co-fondatori di NextGen George Mattson e Greg Summe.

Virgin Orbit, è una delle poche aziende, così come le rivali Firefly e Rocket Lab, in grado di costruire sistemi di lancio miniaturizzati per capitalizzare su un previsto boom della domanda di satelliti compatti, offrendo un metodo unico per inviare i satelliti in orbita.

Branson ha dichiarato in una nota: “Il team di Virgin Orbit ha dimostrato la sua capacità di creare nuove idee, nuovi approcci e nuove capacità. Stanno costruendo sull’incredibile base della loro rapida transizione verso operazioni di lancio commerciale di successo per trovare nuovi modi per risolvere grandi problemi che elevino le idee sorprendenti dei nostri clienti, ancora e ancora. Sono molto entusiasta di rendere pubblica Virgin Orbit, con il supporto dei nostri partner di NextGen e degli altri nostri meravigliosi investitori. È un’altra pietra miliare per consentire a tutti coloro che lavorano oggi di costruire una tecnologia spaziale che cambierà positivamente il mondo“.

Virgin Orbit manterrà il suo nome e sarà quotata al NASDAQ sotto VORB.

L’attuale base di azionisti di Virgin Orbit è composta dal Virgin Group di Branson, dalla Mubadala Investment Company e dal management e dai dipendenti. Gli azionisti esistenti introdurranno il 100% del loro capitale nella società combinata e si prevede che manterranno circa l’85% della società combinata, a condizione che gli azionisti di NextGen non abbiano rimborsi. Gli azionisti pubblici di NextGen deterranno circa il 10% della società combinata. Gli investitori di PIPE e lo sponsor SPAC deterranno rispettivamente il 3% e il 2%.

Latest News

I più letti