16.9 C
Milano
sabato 1 Ottobre 2022

Usa, inflazione rallenta: prezzi al consumo +8,5%, le Borse rifiatano

Milano – L’inflazione rallenta la sua corsa negli Stati Uniti. I prezzi al consumo sono saliti in luglio dell’8,5%, meno dell’8,7% atteso dagli analisti e del 9,1% di giugno. Le Borse europee migliorano dopo i dati sull’inflazione Usa che rallenta. Nel Vecchio continente netto rialzo per Milano che al momento guadagna l’1%. In positivo anche Francoforte (+0,9%), Parigi e Madrid (+0,5%), Londra (+0,2%)

In Europa i rendimenti dei Titoli di Stato a dieci anni sono in netto calo dopo l’inflazione negli Usa che rallenta. Lo spread tra Btp e Bund scende a 208 punti, rispetto ai 210 dell’avvio di seduta. Il rendimento del decennale italiano scende al 2,94%. In calo anche i tassi dei Paesi ‘periferici’ con il decennale spagnolo all’1,95% (-5,4 punti base) e quello greco al 3,1% (-6,6 punti).

Il rallentamento dell’inflazione è legato al calo dei prezzi della benzina e delle tariffe aeree. Su base mensile i prezzi al consumo sono rimasti invariati, mentre l’indice core – quello al netto di cibo e energia e monitorato dalla Fed – ha segnato un aumento congiunturale dello 0,3%. La frenata dei prezzi, che comunque restano non lontani dai massimi degli ultimi 40 anni, è una buona notizia per la Casa Bianca e la Fed, impegnate in prima linea nella lotta all’inflazione.

Latest News