22.2 C
Milano
sabato 28 Maggio 2022

Usa, fiducia dei consumatori diminuisce a gennaio (113,8) ma rimane sopra le stime

La fiducia dei consumatori statunitensi è leggermente diminuita a gennaio.

L’indice sulla fiducia redatto mensilmente dal Conference Board, gruppo di ricerca privato, è sceso dai 115,2 punti di dicembre (rivisto dall’iniziale 115,8) a 113,8 punti. 

Gli analisti intervistati da Reuters avevano previsto che l’indice scendesse a 111,8.

Nonostante un numero maggiore di consumatori stia pianificando di acquistare case, automobili e altri articoli di grandi dimensioni, gli stessi sono diventati meno ottimisti sulle condizioni delle imprese e del mercato del lavoro a breve termine.

“L’indice della situazione attuale è migliorato, suggerendo che l’economia è entrata nel nuovo anno su basi solide”, ha affermato Lynn Franco, direttore senior degli indicatori economici al Conference Board di Washington. “Tuttavia, le aspettative sulle prospettive di crescita a breve termine si sono indebolite, indicando una probabile moderazione della crescita durante il primo trimestre del 2022”.

Franco ha anche osservato che il calo di fiducia riflette probabilmente l’aumento delle infezioni da COVID-19. Gli Stati Uniti registrano una media di 696.541 nuovi contagi di coronavirus al giorno, secondo un’analisi Reuters dei dati ufficiali. L’ondata invernale di infezioni, guidata dalla variante Omicron, sembra attenuarsi in alcune regioni, inclusa la più colpita New York.

Latest News