15.3 C
Milano
venerdì 7 Ottobre 2022

Unicredit alza le stime 2023 e vola in Borsa

Milano – Effervescente Unicredit che scambia con una performance decisamente positiva del 5,47%. A fare da assist al titolo sono le parole dell’amministratore delegato, Andrea Orcel che ha anticipato un aumento delle stime sul 2023 alla presentazione dei conti del terzo trimestre. Con i prossimi risultati del terzo trimestre, che saranno diffusi a fine ottobre, Unicredit “migliorerà sostanzialmente la guidance 2022” e “siamo fiduciosi di fare lo stesso anche sul 2023” – ha detto Orcel nel corso della Bank of America Merrill Lynch Annual Financials CEO Conference – sottolineando di aver presentato la “migliore semestrale da almeno dieci anni”, che “ci permette di avere molta fiducia nel futuro”. Orcel ha, poi, ribadito, che la banca è pronta ad assorbire qualsiasi choc “anche di fronte ad una grave recessione”. Dopo 18 mesi “Unicredit è già una banca molto diversa, l’Unicredit Unlocked di oggi non è l’Unicredit del passato, è una nuova banca”.

Le azioni dell’istituto di Piazza Gae Aulenti erano già ben intonate fin dall’avvio forti di altre dichiarazioni, la vigilia, del suo CEO, che ha aperto a opportunità M&A, alle giuste condizioni. Il confronto del titolo con il FTSE MIB, su base settimanale, mostra la maggiore forza relativa dell’istituto di credito rispetto all’indice, evidenziando la concreta appetibilità del titolo da parte dei compratori. Le implicazioni tecniche di medio periodo sono sempre lette in chiave rialzista, mentre sul breve periodo stiamo assistendo ad un indebolimento della spinta rialzista per l’evidente difficoltà a procedere oltre quota 11,65 Euro. Sempre valido il livello di supporto più immediato a controllo della fase attuale visto in area 10,69. Le attese più coerenti propendono per un’estensione del movimento correttivo verso quota 10,11 da manifestarsi in tempi ragionevolmente brevi.

Latest News