8.8 C
Milano
sabato 26 Novembre 2022

Ue, appello sul Capital Markets Union: accelerare finanziamenti green e digital

Milano – È necessario accelerare il progetto dell’Unione dei mercati dei capitali dell’UE (in inglese Capital Markets Union) per finanziare le “trasformazioni green e digital” del Vecchio Continente. Lo hanno affermato Francois Villeroy de Galhau, governatore della Banque de France, e Joachim Nagel, presidente della Bundesbank, in un editoriale congiunto pubblicato ieri da Les Echos e Handelsblatt. L’urgenza è dettata anche dalla guerra in Ucraina, dall’alta l’inflazione e dalla crisi energetica, hanno specificato. L’Unione dei mercati dei capitali è l’iniziativa dell’UE volta a creare un autentico mercato unico dei capitali in tutta l’UE, con l’obiettivo di garantire il flusso di investimenti e risparmi in tutti gli Stati membri a vantaggio di cittadini, imprese e investitori. A seguito della crisi finanziaria del 2011, nel 2015 la Commissione europea ha presentato il suo primo piano di azione per l’Unione dei mercati dei capitali. Il piano è stato attuato in larga misura, ma permangono ostacoli in settori come la vigilanza, la fiscalità e l’insolvenza.

“Oggi scriviamo insieme con un’unica convinzione: la nostra unità sta diventando più difficile, ma più essenziale – hanno spiegato i due banchieri centrali – E ciò che vale per l’Europa nel suo complesso, vale innanzitutto per l’amicizia franco-tedesca: dividerci significherebbe condannarci”. L’iniziativa per l’Unione dei mercati dei capitali dell’UE avviata nel 2015 deve andare avanti per “contribuire al mantenimento della stabilità finanziaria” favorendo la diversificazione geografica delle fonti di finanziamento e la condivisione dei rischi del settore privato attraverso lo sviluppo del finanziamento azionario. “Eventi come la Brexit, la pandemia o, più recentemente, la guerra a guida russa in Ucraina hanno purtroppo ritardato gli sforzi in questo ambito – hanno evidenziato – Al contrario, più che mai, dobbiamo accelerare la transizione energetica e abbiamo quindi bisogno del risorse finanziarie fornite da una CMU verde. Il completamento dell’Unione dei mercati dei capitali è senza dubbio una corsa a lunga distanza – hanno proseguito – Per renderlo un successo, dobbiamo muoverci nella giusta direzione ora. Un sistema finanziario competitivo e integrato aiuterà l’Europa ad affrontare con successo le sfide che dobbiamo affrontare”.

Latest News