14.9 C
Milano
sabato 1 Ottobre 2022

Ucraina, banca centrale esorta governo a ridurre disavanzo di bilancio

Milano – “Decisioni difficili del genere non sono popolari, ma è più importante che mai che il governo si assuma la responsabilità politica e trovi un modo per ridurre il deficit di bilancio e per ridurre al minimo il suo finanziamento non monetario”. Lo ha affermato il governatore della National Bank of Ukraine (NBU), Kyrylo Shevchenko. Il banchiere centrale ha spiegato che il deficit di bilancio, aumentato notevolmente con lo scoppio della guerra, potrebbe raggiungere il 25% del PIL entro la fine di quest’anno, escludendo le sovvenzioni internazionali dalle entrate.

“Purtroppo, nonostante gli sforzi delle autorità ucraine e dei nostri partner per raccogliere fondi all’estero, il sostegno internazionale può finanziare solo parzialmente il deficit di bilancio”, ha affermato Shevchenko, secondo quanto riporta Interfax. Il deficit può essere finanziato con le riserve in valuta estera, anche se negli ultimi sette mesi sono scese da 31 a 22,4 miliardi di dollari. “Questa fonte non durerà, inoltre abbiamo bisogno di riserve di emergenza per lo scenario peggiore.

Inoltre, la rapida riduzione delle riserve provocherà una domanda aggiuntiva di valuta estera e accelererà una vera e propria crisi dell’equilibrio di pagamento”, ha spiegato Shevchenko. Un’altra opzione è continuare il finanziamento monetario, anche se ciò spinge al rialzo l’inflazione (che ha già raggiunto il 22,2% su base annua). Continuare su questa strada significherebbe “rubare ai cittadini attraverso il deprezzamento dei loro risparmi e delle loro entrate in grivna”.

Latest News