23.1 C
Milano
martedì, Settembre 21, 2021

Spotify, nuovo piano buyback fino a 1 mld di dollari

Spotify ha annunciato un programma di riacquisto di azioni fino a $ 1 miliardo a partire dal terzo trimestre del 2021.

Il gigante dello streaming audio e dei podcast ha affermato che i riacquisti possono essere effettuati di volta in volta utilizzando una varietà di metodi, inclusi esercizi di mercato aperto.

L’autorizzazione al riacquisto scadrà il 21 aprile 2026. La tempistica e il numero effettivo di azioni riacquistate dipenderanno da diversi fattori, tra cui prezzo, affari generali e condizioni di mercato, ha affermato la società in una nota

“Questo annuncio dimostra la nostra fiducia nel business di Spotify e nelle opportunità di crescita che vediamo a lungo termine – ha affermato il cfo Paul Vogel – Riteniamo che questo sia un uso interessante del capitale e, sulla base della forza del nostro bilancio, continuiamo a vedere ampie opportunità di investire e far crescere la nostra attività”.

Nel secondo trimestre del 2021 Spotify ha raggiunto i 365 milioni di utenti attivi mensili (MAU) inclusi 165 milioni di abbonati premium. Tuttavia la società di streaming aveva previsto che avrebbe chiuso il trimestre con 366-373 milioni di MAU e 162-166 milioni di abbonati premium. I ricavi invece sono cresciuti del 23% su base annua a 2,33 miliardi di euro (circa 2,75 miliardi di dollari), con i ricavi degli abbonamenti premium in crescita del 17% a 2,06 miliardi di euro (88,2% del totale) e i ricavi supportati dalla pubblicità più di raddoppiando – 110% – a 275 milioni di euro (11,8%).

Spotify aveva liquidità ed equivalenti di 2,44 miliardi di euro (2,85 miliardi di dollari) al 30 giugno. Le azioni della società hanno vacillato negli ultimi mesi, tanto che ieri il titolo ha chiuso al minimo da 14 mesi. Oggi invece il titolo segna +5,17% a 216.17 USD.

Spotify ha annunciato un programma di riacquisto di azioni fino a $ 1 miliardo a partire dal terzo trimestre del 2021.

Il gigante dello streaming audio e dei podcast ha affermato che i riacquisti possono essere effettuati di volta in volta utilizzando una varietà di metodi, inclusi esercizi di mercato aperto.

L’autorizzazione al riacquisto scadrà il 21 aprile 2026. La tempistica e il numero effettivo di azioni riacquistate dipenderanno da diversi fattori, tra cui prezzo, affari generali e condizioni di mercato, ha affermato la società in una nota

“Questo annuncio dimostra la nostra fiducia nel business di Spotify e nelle opportunità di crescita che vediamo a lungo termine – ha affermato il cfo Paul Vogel – Riteniamo che questo sia un uso interessante del capitale e, sulla base della forza del nostro bilancio, continuiamo a vedere ampie opportunità di investire e far crescere la nostra attività”.

Nel secondo trimestre del 2021 Spotify ha raggiunto i 365 milioni di utenti attivi mensili (MAU) inclusi 165 milioni di abbonati premium. Tuttavia la società di streaming aveva previsto che avrebbe chiuso il trimestre con 366-373 milioni di MAU e 162-166 milioni di abbonati premium. I ricavi invece sono cresciuti del 23% su base annua a 2,33 miliardi di euro (circa 2,75 miliardi di dollari), con i ricavi degli abbonamenti premium in crescita del 17% a 2,06 miliardi di euro (88,2% del totale) e i ricavi supportati dalla pubblicità più di raddoppiando – 110% – a 275 milioni di euro (11,8%).

Spotify aveva liquidità ed equivalenti di 2,44 miliardi di euro (2,85 miliardi di dollari) al 30 giugno. Le azioni della società hanno vacillato negli ultimi mesi, tanto che ieri il titolo ha chiuso al minimo da 14 mesi. Oggi invece il titolo segna +5,17% a 216.17 USD.

Latest News

I più letti