31.8 C
Milano
lunedì 8 Agosto 2022

Saipem, rinforzo capitale garantito: al via l’asta dei diritti inoptati

Milano – Saipem, società di servizi e soluzioni per il settore energia e infrastrutture, ha comunicato che, durante il periodo per l’esercizio dei diritti di opzione relativi all’aumento di capitale, sono stati esercitati 14.498.312 diritti di opzione per la sottoscrizione di 1.377.339.640 nuove azioni, pari a circa il 70% del totale delle nuove azioni, per un controvalore complessivo pari a 1.395.245.055,32 euro. Erano in offerta 1.974.327.430 azioni ordinarie Saipem di nuova emissione rivenienti dall’aumento di capitale a pagamento, in via inscindibile, da 2 miliardi di euro, che si è reso necessario dopo il maxi profit warning dello scorso gennaio. Al termine del periodo di opzione risultano, pertanto, non esercitati 6.284.082 diritti di opzione, relativi alla sottoscrizione di 596.987.790 nuove azioni, corrispondenti a circa il 30% del totale delle nuove azioni, per un controvalore complessivo pari a 604.748.631,27 euro.

I diritti inoptati saranno offerti da Saipem su Euronext Milan nelle sedute di oggi, 12 luglio 2022, e domani, 13 luglio salvo chiusura anticipata, con codice ISIN IT0005497067. Nel rispetto degli impegni assunti, gli azionisti Eni e CDP Industria hanno sottoscritto tutte le nuove azioni loro spettanti in proporzione alle partecipazioni rispettivamente detenute in Saipem, complessivamente pari a circa il 44% dell’aumento di capitale. In base all’underwriting agreement, BNP PARIBAS, Citigroup, Deutsche Bank, HSBC, Intesa Sanpaolo e UniCredit (in qualità di joint global coordinators) e ABN AMRO, Banca Akros – Gruppo Banco BPM, Banco Santander, Barclays, BPER, Goldman Sachs International, Société Générale e Stifel (in qualità di joint bookrunners) si sono impegnati a sottoscrivere le nuove azioni non sottoscritte al termine dell’asta dell’inoptato fino a un importo massimo complessivo pari a circa 1.119,5 milioni euro.

Latest News