Questo sito contribuisce all'audience di

Questo sito contribuisce all'audience di

11 C
Milano
sabato 2 Marzo 2024

“Riduzione del Rischio di Recessione negli USA, ma Persistono Preoccupazioni sull’Inflazione e Tensioni Geopolitiche”

Il sondaggio più recente della National Association of Business Economics evidenzia una riduzione del rischio di recessione negli Stati Uniti, con solo un quarto degli economisti e degli analisti che prevedono un tale scenario per quest’anno. Tale ottimismo è motivato dalla percezione che eventuali contraccolpi economici sarebbero più probabili a causa di fattori esterni, come tensioni geopolitiche con la Cina, piuttosto che da questioni interne come un aumento dei tassi di interesse. Nonostante questo scenario favorevole, i partecipanti al sondaggio prevedono che l’inflazione rimarrà al di sopra dell’obiettivo del 2% stabilito dalla Federal Reserve fino al 2024, sottolineando preoccupazioni continue in tale ambito.

In passato, l’economia statunitense ha evitato la recessione nonostante l’aumento dei tassi d’interesse della Fed per contrastare l’inflazione nel 2021. Tuttavia, persistono preoccupazioni riguardo alla politica monetaria restrittiva della Fed, con alcuni osservatori che ritengono che questa possa essere eccessivamente stringente.

Le tensioni geopolitiche, in particolare quelle tra Cina e Taiwan, così come i potenziali conflitti nel Medio Oriente, sono considerati fattori di rischio significativi per l’economia globale. Inoltre, crescono le preoccupazioni riguardo all’instabilità politica negli Stati Uniti, soprattutto in vista delle prossime elezioni presidenziali. Infine, si registra un aumento delle preoccupazioni sulle politiche fiscali statunitensi, con una maggioranza che ritiene necessaria una maggiore disciplina per ridurre il crescente deficit fiscale. In sintesi, sebbene il rischio di recessione possa attenuarsi, le incertezze geopolitiche, politiche e fiscali continuano a costituire una minaccia per la stabilità economica.

Latest News