17.1 C
Milano
martedì, Settembre 21, 2021

Poste Italiane, nel secondo trimestre 326 mln di utile netto (+36,4%)

Poste Italiane può brindare ai risultati della prima parte dell’anno. Nel primo semestre del 2021 il gruppo Poste Italiane ha conseguito un utile netto pari a 773 milioni di euro, in aumento del 41,8% rispetto allo stesso periodo del 2020. Nel secondo trimestre dell’anno l’utile netto si attestato a 326 milioni di euro, salendo del 36,4%.

I ricavi del gruppo guidato da Matteo Del Fante sono saliti del 14% rispetto ai primi sei mesi del 2020 attestandosi a 5,684 miliardi e nel solo secondo trimestre hanno accelerato del 18,7% annuo, raggiungendo i 2,751 miliardi di euro. In forte miglioramento anche il risultato operativo, che è salito da 766 milioni a 1,05 miliardi di euro (+37,1%).

Poste Italiane conferma il suo ruolo di pilastro strategico per l’Italia, contribuendo al Recovery Plan Nazionale, attraverso un importante progetto volto a sostenere le comunità locali e le aree interne, a ridurre il loro digital divide, a sostenerne la crescita economica e a rafforzare la coesione sociale, attraverso la creazione in tutti i Comuni con meno di 15.000 abitanti di un facile punto di accesso digitale e fisico ai servizi della Pubblica Amministrazione, attuando una trasformazione tecnologica di quasi 7.000 uffici postali dei comuni più piccoli; verrà poi realizzato un network di 250 spazi di coworking distribuito su tutto il territorio nazionale, per le comunità, per le aziende e per la formazione offerti a tariffe accessibili. Questo progetto contribuirà anche a supportare il Gruppo nella transizione verde, con soluzioni di efficienza energetica e servizi di ricarica di veicoli per i cittadini delle aree interessate.

Poste Italiane è stata inclusa nel Top Employers Italia eBook del 2021, con una sezione particolare dedicata alla “Diversity & Inclusion”; il gruppo è stato considerato uno dei 15 best practice in Italia nel disegnare la “nuova normalità” a seguito dei forti cambiamenti dovuti alla pandemia da Covid-19.

“I nostri risultati del secondo trimestre testimoniano la proficua implementazione del Piano strategico “24SI”, evidenziando la solidità delle nostre reti fisiche e digitali e i continui progressi sulle priorità strategiche che ci siamo attribuiti. Il nostro modello di business diversificato continua a produrre ottimi risultati finanziari con un utile netto di 773 milioni di euro nella prima metà dell’anno e, a soli quattro mesi dal lancio del piano strategico “24SI”, abbiamo già una chiara visibilità sul conseguimento della guidance fornita per il 2021 e confidiamo nei nostri numeri […] Sono orgoglioso, come sempre, della dedizione e della resilienza delle nostre persone, che lavorano instancabilmente per aiutare gli italiani a raggiungere i loro obiettivi, con un focus costante sull’innovazione e una migliore customer experience” ha commentato Matteo Del Fante, amministratore delegato e direttore generale di Poste Italiane.

Poste Italiane può brindare ai risultati della prima parte dell’anno. Nel primo semestre del 2021 il gruppo Poste Italiane ha conseguito un utile netto pari a 773 milioni di euro, in aumento del 41,8% rispetto allo stesso periodo del 2020. Nel secondo trimestre dell’anno l’utile netto si attestato a 326 milioni di euro, salendo del 36,4%.

I ricavi del gruppo guidato da Matteo Del Fante sono saliti del 14% rispetto ai primi sei mesi del 2020 attestandosi a 5,684 miliardi e nel solo secondo trimestre hanno accelerato del 18,7% annuo, raggiungendo i 2,751 miliardi di euro. In forte miglioramento anche il risultato operativo, che è salito da 766 milioni a 1,05 miliardi di euro (+37,1%).

Poste Italiane conferma il suo ruolo di pilastro strategico per l’Italia, contribuendo al Recovery Plan Nazionale, attraverso un importante progetto volto a sostenere le comunità locali e le aree interne, a ridurre il loro digital divide, a sostenerne la crescita economica e a rafforzare la coesione sociale, attraverso la creazione in tutti i Comuni con meno di 15.000 abitanti di un facile punto di accesso digitale e fisico ai servizi della Pubblica Amministrazione, attuando una trasformazione tecnologica di quasi 7.000 uffici postali dei comuni più piccoli; verrà poi realizzato un network di 250 spazi di coworking distribuito su tutto il territorio nazionale, per le comunità, per le aziende e per la formazione offerti a tariffe accessibili. Questo progetto contribuirà anche a supportare il Gruppo nella transizione verde, con soluzioni di efficienza energetica e servizi di ricarica di veicoli per i cittadini delle aree interessate.

Poste Italiane è stata inclusa nel Top Employers Italia eBook del 2021, con una sezione particolare dedicata alla “Diversity & Inclusion”; il gruppo è stato considerato uno dei 15 best practice in Italia nel disegnare la “nuova normalità” a seguito dei forti cambiamenti dovuti alla pandemia da Covid-19.

“I nostri risultati del secondo trimestre testimoniano la proficua implementazione del Piano strategico “24SI”, evidenziando la solidità delle nostre reti fisiche e digitali e i continui progressi sulle priorità strategiche che ci siamo attribuiti. Il nostro modello di business diversificato continua a produrre ottimi risultati finanziari con un utile netto di 773 milioni di euro nella prima metà dell’anno e, a soli quattro mesi dal lancio del piano strategico “24SI”, abbiamo già una chiara visibilità sul conseguimento della guidance fornita per il 2021 e confidiamo nei nostri numeri […] Sono orgoglioso, come sempre, della dedizione e della resilienza delle nostre persone, che lavorano instancabilmente per aiutare gli italiani a raggiungere i loro obiettivi, con un focus costante sull’innovazione e una migliore customer experience” ha commentato Matteo Del Fante, amministratore delegato e direttore generale di Poste Italiane.

Latest News

I più letti