5.1 C
Milano
sabato 26 Novembre 2022

Pnrr, Polo strategico nazionale: funzioni e obiettivi della neo partecipata da Tim, Leonardo, Cdp e Sogei

Milano – Garantire la massima sicurezza dei dati e dei servizi critici e strategici del Paese attraverso un’infrastruttura cloud efficiente e affidabile, che favorisca il processo di trasformazione digitale della Pubblica amministrazione offrendo servizi pubblici di maggiore qualità. Con questa mission parte il Polo strategico nazionale (Psn), la società di progetto partecipata da Tim, Leonardo, Cassa depositi e prestiti (Cdp, attraverso la controllata Cdp Equity) e Sogei, che intende accompagnare le amministrazioni pubbliche nell’adozione di soluzioni cloud che sviluppino la digitalizzazione della Pa e consentano maggior efficienza in grado offrire servizi innovativi a cittadini e imprese, razionalizzando la spesa pubblica e riducendo l’impatto energetico. “Il Polo strategico nazionale, mettendo a fattor comune le expertise dei soci e le più avanzate tecnologie disponibili, è pronto a fornire soluzioni all’avanguardia alla Pubblica amministrazione, che vive un processo di trasformazione digitale e che deve essere un motore di sviluppo in questa direzione per tutto il Paese” sottolinea Emanuele Iannetti, amministratore delegato e direttore generale della società.

“La Pa – continua – deve garantire ai cittadini e alle imprese nuove opportunità di sviluppo e nuovi servizi e il Psn la accompagnerà nella migrazione verso un’infrastruttura che offrirà un’alta garanzia di sicurezza e tutela dei dati, ma anche una maggior efficienza tecnica e ambientale, grazie ai data center green a nostra disposizione. Siamo pronti a guidare questo processo tenendo sempre ben a mente tre concetti chiave: sicurezza, efficienza e indipendenza. È una sfida che è già iniziata: la nostra squadra è composta da un team di esperti selezionati fra le migliori professionalità sul mercato, siamo in linea con la nostra tabella di marcia e con la consegna dell’infrastruttura che sarà operativa entro fine anno, come previsto dalla Convenzione sottoscritta con il Dipartimento per la trasformazione digitale (Dtd) della presidenza del Consiglio dei ministri”.

Il Polo strategico nazionale, promosso dal Dtd nell’ambito della Missione 1 del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza) ospiterà i dati e i servizi critici e strategici delle Pubbliche amministrazioni centrali, delle Aziende sanitarie locali (Asl) e delle altre Pubbliche amministrazioni locali, lasciando inoltre alle amministrazioni la possibilità di scegliere il Psn anche per i dati ordinari. La nascita del Psn è fra le principali iniziative del Pnrr e sarà cruciale per raggiungere l’obiettivo di portare il 75 per cento delle amministrazioni italiane a utilizzare servizi in cloud entro il 2026. Il progetto, inoltre, favorisce la riqualificazione della spesa pubblica con una riduzione dei costi attualmente sostenuti dalle Pa per gli investimenti e la gestione delle infrastrutture, contribuendo ad aumentare l’efficienza energetica, attraverso la riduzione dei consumi anche in ottica di sostenibilità ambientale. L’iniziativa conclude la nota – prevede la realizzazione di un’architettura a doppia region distribuita su quattro data center, interconnessi fra di loro con connettività ultra broad in fibra ottica per assicurare la continuità operativa in tempo reale, in spazi certificati secondo i più elevati standard disponibili.

Latest News