15 C
Milano
giovedì, Ottobre 21, 2021

Nuova Zelanda, banca centrale alza i tassi di interesse allo 0,5%. Prima volta in 7 anni

La Reserve Bank of New Zealand ha aumentato i tassi di interesse ufficiale di un quarto di punto percentuale allo 0,5%. Gli economisti si aspettavano l’aumento il mese scorso, ma la banca ha resistito a causa di un focolaio della variante Delta Covid-19.

“Il Comitato ha osservato che è prevista un’ulteriore rimozione dello stimolo della politica monetaria nel tempo, con mosse future dipendenti dalle prospettive a medio termine per l’inflazione e l’occupazione”, ha affermato la RBNZ.

La Nuova Zelanda si è ripresa rapidamente dalla recessione dello scorso anno, in parte perché è riuscita a contenere il coronavirus ed è stata in grado di iniziare a riaprire la sua economia prima di altri Paesi.

La banca centrale neozelandese aveva deciso di ridurre il tasso di interesse principale a un minimo storico dello 0,25% nel marzo dello scorso anno per aiutare a sostenere l’economia contro l’impatto della pandemia di coronavirus.

La Nuova Zelanda è una delle prime economie sviluppate ad invertire i tagli dei tassi messi in atto durante la pandemia. Nonostante questo sia il primo aumento dei tassi di interesse in sette anni, la RBNZ ha anche affermato che prevede di rimuovere ulteriori misure di stimolo mentre l’economia continua a riprendersi.

Come sottilinea la BBC, ad agosto la Corea del Sud è diventata la prima grande economia asiatica ad aumentare i tassi di interesse dall’inizio della pandemia di coronavirus. La Bank of Korea ha aumentato il tasso di interesse di base da un minimo storico dello 0,5% allo 0,75%. La mossa aveva lo scopo di aiutare a contenere il debito delle famiglie del paese e i prezzi delle case, che sono aumentati negli ultimi mesi. Anche la Norvegia e la Repubblica Ceca hanno aumentato i loro oneri finanziari nell’ultimo mese e altri Paesi dovrebbero alzare i tassi di interesse nei prossimi mesi.

Latest News

Web TV