15 C
Milano
giovedì, Ottobre 21, 2021

Norvegia, primo Paese del G10 ad alzare i tassi di intesse dopo pandemia di Covid-19

La norvegese Norges Bank è diventata la prima grande banca centrale occidentale ad aumentare i tassi di interesse dopo la pandemia di Covid-19. I tassi di interesse sono infatti stati aumentati di 0,25 punti percentuali dal suo minimo storico di zero, visto l’attività economica al di sopra del livello pre-pandemia e la necessità di contrastare un accumulo di squilibri finanziari.

E proprio mentre ieri la Federal Reserve ha dichiarato di aspettarsi un primo aumento dei tassi di interesse non prima dell’anno prossimo, la banca norvegese ha anche indicato che sarà probabile un altro aumento a dicembre e che i tassi dovrebbero raggiungere circa l’1,7% entro la fine del 2024.

Il governatore Oystein Olsen ha dichiarato: “C’è una forte ripresa nell’economia norvegese. Allora è bene avviare una graduale normalizzazione del tasso di interesse. Altri paesi hanno considerazioni politiche diverse. ” La Norvegia ha attualmente una bassa inflazione sottostante, ma la banca centrale prevede che si avvicinerà all’obiettivo del 2% grazie alla crescita dei salari e al rafforzamento dell’economia. La banca centrale si aspetta anche che il boom economico continui fino all’autunno grazie a un maggiore utilizzo della capacità, un alto tasso di vaccinazione contro il Covid e la disoccupazione ad appena il 2,7%. Norges Bank ha anche notato l’emergere di nuove varianti di Covid e come potrebbero influenzare l’economia, ma ha affermato di aspettarsi ancora che la ripresa continui poiché le famiglie hanno speso risparmi durante la pandemia, in particolare sui servizi.

Le banche centrali occidentali sono ancora molto divise su quando inasprire le politiche, anche se le economie si stanno riprendendo e lo spettro di un’inflazione troppo alta continua ad aleggiare sui mercati. Grandi economie come la Corea del Sud e il Brasile hanno già alzato i tassi di interesse, ma la Norvegia è il primo Paese ad appartenere al G10.

Altri Paesi hanno invece deciso di mantenere la politica monetaria ancora accomodante: la Riksbank svedese ha confermato questa settimana che terrà i tassi di interesse a zero almeno fino alla fine del 2024 e la Svizzera ha deciso di mantenerli ancora a -0,75%.

Latest News

Web TV