26.2 C
Milano
domenica 22 Maggio 2022

Mipel 2022, verso il 18 settembre: i punti della nuova edizione

Milano – Mancano ancora diversi mesi, ma Mipel guarda già a settembre per la nuova edizione della prestigiosa manifestazione organizzata con il sostegno del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione (Maeci), di Agenzia Ice e con il patrocinio del Comune di Milano, che si svolgerà a Fiera Milano Rho, dal 18 al 20 settembre 2022. Dopo il successo della passata edizione e nonostante il delicatissimo quadro internazionale, Mipel è pronta a scaldare i motori condensando in 3 giorni i suoi appuntamenti: una riorganizzazione della fiera e un ripensamento per andare ancora più incontro alle esigenze del ‘new normal’ dettate da buyer e aziende associate. Il tutto, verso un ulteriore efficientamento in termini di tempistiche, spese e produttività.

Del resto, all’interno di uno scenario ancora complesso, Mipel resta un punto fermo per gli addetti ai lavori. Lo ha dimostrato il grande successo della scorsa edizione di Mipel e delle altre manifestazioni dedicate alla moda e all’accessorio (Micam, The One Milano e Homi) su cinque giorni di esposizione: 29.468 presenze equamente ripartite tra Italia ed estero, un’offerta espositiva di oltre 1.400 brand e un nutrito programma di eventi che ha toccato temi sempre più attuali come digitalizzazione, metaverso e i nuovi modi di fare retail e sistema.

“Nonostante la guerra scoppiata pochi giorni prima che ha portato all’assenza di molti operatori confinanti e le importanti ripercussioni post-Covid, siamo rimasti davvero entusiasti dell’ultima edizione Mipel 121”, commenta Franco Gabbrielli, presidente di Assopellettieri, l’associazione di categoria che in Confindustria rappresenta le imprese della pelletteria e organizzatrice di Mipel, e continua: “Per settembre ci aspettiamo il ritorno del traffico dal Far-East e un’importante inversione di tendenza nell’ottica del graduale ritorno alla normalità. La riduzione della manifestazione a 3 giorni è frutto di un’attenta riflessione e analisi in cui, insieme ai colleghi di Micam e TheOne, abbiamo cercato di interpretare al meglio i segnali intorni a noi. Ottimizzare gli ingressi, lasciare più spazio agli imprenditori, lavorare in modo smart e concentrato così da poter offrire ancora più occasioni di networking: questi i nostri obiettivi sempre nell’ottica di fare sistema e dare voce alle eccellenze del made in Italy”.

Latest News