23.7 C
Milano
domenica 3 Luglio 2022

Milano, raffica di eventi Ikea al Fuorisalone 2022

In occasione del Fuorisalone 2022, Ikea è all’interno degli spazi di Base Milano con il suo Ikea Festival, un ricco palinsesto di eventi ed esperienze coinvolgenti per raccontare il futuro del design, indagare come si è evoluto il rapporto delle persone con la propria casa e mostrare come sia possibile migliorare la vita quotidiana della maggioranza delle persone. Per tutta la settimana, Ikea esplora la vita in casa e le sue diverse future declinazioni attraverso tre momenti esperienziali. Innanzitutto, è possibile visitare Ögonblick – A Life at Home Exhibition, un’avvincente istallazione fisica e digitale. Come dice il nome della mostra – Ögonblick che in svedese significa “momento” – Ikea invita a scoprire come i diversi momenti di vita si riflettono nel modo di vivere la casa, indagando al contempo gli effetti che questo potrebbe avere sul tempo e sullo spazio. Dal monolocale monofamiliare alle stanze condivise multigenerazionali: un racconto della vita in casa che nasce dalla profonda comprensione delle persone e del loro rapporto con lo spazio domestico.

Inoltre, prendono vita le “Life at Home Stories”, una serie di brevi documentari su persone appartenenti a differenti contesti sociali e sulla loro vita in casa in diversi Paesi del mondo. Questa illustrazione del rapporto tra le persone e lo spazio domestico è frutto di un lavoro di “Home visits” portate avanti nel tempo e che, annualmente, vengono raccolte e analizzate nel Life at Home Report, un documento che descrive da ormai 8 anni l’evoluzione della vita in casa attraverso le testimonianze, le storie e i punti di vista dei consumatori di tutto il mondo. Sono oltre 250.000 le persone intervistate nel corso degli anni in più di 30 Paesi.

Infine, l’esposizione “First Home”. Nel cortile prende vita una casa di ringhiera milanese, in cui Ikea ricrea le abitazioni di tre diverse famiglie, raccontando la storia di chi le abita. Qui Ikea adotta un approccio diverso in materia di accessibilità, esaminando ciò che le persone devono possedere e ciò che invece si può condividere con gli altri. Ikea vuole avere un approccio nuovo rispetto alle scelte che si possono effettuare per rendere la “prima casa” economicamente più accessibile, esaminando in che modo la condivisione e i comportamenti sostenibili possono essere un vantaggio sia per il portafoglio che per il pianeta. “Il Fuorisalone è un appuntamento imperdibile per ogni appassionato di design ed è dal 1995 che Ikea prende parte a questa manifestazione. Siamo entusiasti di tornare, con questo nuovo format di Ikea Festival. L’obiettivo è far sì che le persone si riuniscano intorno ai temi che sono per loro fonte di ispirazione e importanti nella vita di tutti i giorni. In particolare, temi come la vita in casa, la musica, il cibo e il design. È a questo che abbiamo pensato quando abbiamo riempito di creatività e ispirazione i 2.600 mq del Base.” spiega Marcus Engman, Chief Creative Officer di Ingka Group.

Le diverse giornate dell’Ikea Festival sono dedicate alle anteprime delle prossime collezioni e ad incontri “Democratic Design Talks” in compagnia del Design Manager di Ikea of Sweden, Johan Ejdemo, i designer interni Mikael Axelsson e Friso Wiersma, e designer che collaborano con Ikea, come la designer britannica Ilse Crawford e Sabine Marcelis, con base a Rotterdam. “Siamo felici di essere tornati al Fuorisalone quest’anno, con il desiderio di condividere e ritrovare l’ispirazione e l’ottimismo necessari per la vita di tutti i giorni”, afferma Fredrika Inger, Global Range Manager di IKEA. “Non vediamo l’ora di instaurare conversazioni interessanti dedicate al design e alla vita a casa e di dare alcune anticipazioni sui prodotti in arrivo, che ben celebrano i cinque pillar del design democratico di Ikea: qualità, forma, funzionalità, sostenibilità e prezzo basso.” La sera sarà inoltre possibile vivere esperienze musicali con artisti internazionali.

All’interno della struttura sono presenti anche degli shop Ikea dove trovare in anteprima collezioni di accessori per la casa. Sono presenti anche chioschi che offrono ai visitatori l’opportunità di sperimentare l’offerta food di Ikea, sapori classici e ben noti, ma anche piatti realizzati con ingredienti a base vegetale: ci sarà ad esempio Korvkiosk, dove gli hot dog incontrano la cucina raffinata, e la Bulleria con polpette vegetali. “Siamo davvero felici di ritrovarci in una rinnovata edizione del Fuorisalone, una manifestazione che ci sta a cuore da sempre. Dalla prima partecipazione di Ikea nel 1995, la nostra presenza qui si è sempre rinnovata. Il Fuorisalone dialoga con il tessuto vivo della città per portare il design a contatto diretto e quotidiano con la vita cittadina. E anche per noi di Ikea il dialogo con la comunità è fondamentale, proprio perché vogliamo arrivare a migliorare la vita della maggioranza delle persone.” dichiara Asunta Enrile, Country Retail Manager e Chief Sustainability Officer Ikea Italia.

Durante la settimana del design, Ikea vuole ribadire anche il proprio impegno nel supportare chi purtroppo una casa non ce l’ha più. Gli arredi e gli allestimenti che danno vita agli spazi dell’Ikea Festival al Base, infatti, saranno donati a Opera San Francesco per i Poveri Onlus e Ibva, due associazioni attive sul territorio milanese che li riutilizzeranno per far sentire a casa chi più ne ha bisogno. Inoltre, per tutta la settimana del Festival, sarà possibile dare il proprio contributo per l’emergenza rifugiati, donando un euro ai chioschi food e negli shop presenti all’interno del Festival. I proventi raccolti saranno devoluti in favore di Unhcr – l’Agenzia dell’Onu per i Rifugiati.

Latest News