3.2 C
Milano
venerdì 27 Gennaio 2023

Mediobanca e Snam, Bond da 500 e 300 milioni

Milano – Mediobanca ha collocato ieri un Sustainable Senior Preferred Bond con durata di sei anni “long” (febbraio 2029) con un’opzione call dopo il quinto anno per un ammontare complessivo di 500 milioni di euro. Si tratta della seconda emissione ESG effettuata dal gruppo dopo l’inaugurale green bond di settembre 2020, e permette di doppiare gli obiettivi del Piano Strategico 2019-23.

Il Sustainable Senior Preferred Bond, prezzato a 99.831 con un rendimento pari al MS+195bps, ha registrato nel corso del collocamento ordini per oltre 1,7 miliardi di euro che hanno permesso di raggiungere la size obiettivo di 500 milioni di euro. Il prestito garantirà una cedola del 4.625%. Al collocamento hanno partecipato i principali investitori istituzionali del panorama europeo e la distribuzione è avvenuta per il 74% al di fuori dell’Italia.

Sempre ieri Snam ha emesso il suo primo EU Taxonomy-Aligned Transition Bond per 300 milioni di euro, i cui proventi verranno utilizzati per finanziare progetti nella transizione energetica, e più precisamente i cosiddetti Eligible Projects definiti nel Sustainable Finance Framework pubblicato a novembre 2021. La cedola annua è del 3,375%, con un prezzo re-offer di 99,577% (corrispondente ad uno spread di 75 punti base sul mid swap di riferimento).

L’operazione contribuirà all’obiettivo di Snam di ottenere oltre l’80% dei suoi finanziamenti attraverso strumenti di finanza sostenibile entro il 2025, rispetto al 60% di fine 2021. Le obbligazioni rientrano nell’ambito del Programma EMTN (Euro Medium Term Note) di Snam da 13 miliardi di euro approvato dal Consiglio di Amministrazione il 12 ottobre 2022 e saranno quotate presso la Borsa del Lussemburgo.

Latest News