31.8 C
Milano
lunedì 8 Agosto 2022

Mediobanca e Bnp acquistano due edifici storici nel cuore di Milano

Milano – Kryalos Sgr ha perfezionato la vendita del palazzo di via Montebello 18, nel cuore di Milano, a un club deal di investitori istituzionali e individui privati coordinato da Mediobanca. Appartenente al fondo Arete (promosso da Blackstone e gestito da Kryalos), l’edificio si sviluppa su una superficie di oltre 30.000 metri quadrati su otto piani fuori terra ad uso uffici e due piani interrati.

Kryalos Sgr continuerà a gestire l’immobile – in locazione a Intesa Sanpaolo – attraverso il neocostituito Fondo di Investimento Alternativo immobiliare Milan Trophy RE Fund 4, sottoscritto dal club deal coordinato da Mediobanca. Le banche finanziatrici hanno concesso un green loan, che ha lo scopo di finanziare un progetto “green”, per l’acquisto dell’asset, che è stato di recente oggetto di un importante intervento di riqualificazione, che lo ha reso un asset di Grado A con certificazioni Leed Gold e Breeam In-Use Very Good.

Non è l’unico affare che si è concluso recentemente nel centro del capoluogo meneghino. Alcuni giorni fa Ardian e Prelios Sgr hanno annunciano la vendita a Bnp Paribas Reim di uno storico immobile ad uso direzionale nel cuore di Milano, di proprietà di un fondo di investimento immobiliare interamente partecipato da Ardian e gestito da Prelios. Situato in una delle aree più esclusive e a vocazione internazionale della città, in via Melzi D’Eril, tra il district di Porta Nuova e quello di CityLife, a pochi passi dal Parco Sempione e dall’Arco della Pace, l’edificio del Novecento è stato oggetto di un progetto di riqualificazione in chiave sostenibile, secondo i criteri Esg, che ha portato alla creazione di un campus urbano di circa 5.700 metri quadrati.

L’immobile “ospiterà la nuova sede di una primaria società operante nel settore della consulenza IT e una società leader nei servizi di co-working”, si legge in una nota. Gli spazi sono “moderni e flessibili, caratterizzati da 300 metri quadrati di terrazze panoramiche, altri 300 mq di roof top con vista a 360 gradi sullo skyline di Milano, e un giardino di 800 metri qudrati”. Nel contesto nazionale, “l’edificio è tra i pochi ad essere in linea con gli ambiziosi obiettivi fissati dall’Accordo di Parigi in termini di emissioni di Co2”. L’applicazione di nuove tencologie, quali IoT e Intelligenza artificiale, consentono di ridurre le emissioni da qui al 2050.

Latest News