21.3 C
Milano
sabato 28 Maggio 2022

La settimana dei mercati, occhio alle Banche centrali

Milano – La settimana in corso sarà scarna di dati macro e l’attenzione continuerà a focalizzarsi sulle Banche centrali. Per le società invece si apre la stagione assembleare che, anche se lo stato d’emergenza è ufficialmente finito, sono state convocate praticamente tutte ancora a porte chiuse, con il voto inviato in digitale e la partecipazione attraverso il rappresentante comune degli azionisti.

In particolare a muovere i mercati saranno le indicazioni delle banche centrali: sono attesi i verbali delle ultime riunioni Fed (mercoledì) e BCE (giovedì). I verbali americani saranno di particolare interesse in quanto, in base alle dichiarazioni del Governatore Powell nella conferenza stampa postmeeting, dovrebbero contenere maggiori dettagli sul piano di riduzione del bilancio che probabilmente sarà annunciato nella riunione di maggio.

Sul fronte macro, il dato più importante sarà l’lSM servizi statunitense di marzo (martedì) per valutare lo stato di salute del comparto che ha un peso maggiore sull’economia USA. In Eurozona, attesi invece i dati su ordini (mercoledì) e produzione industriale (giovedì) tedeschi, che però si riferiscono al periodo di febbraio, ovvero prima della guerra in Ucraina.

Sul fronte monetario, avremo in programma le riunioni delle banche centrali australiana (martedì), polacca (mercoledì) e indiana (giovedì), con la seconda attesa proseguire nel processo di rialzo dei tassi. Sono chiamati al voto per l’approvazione dei bilanci Inwit, Revo (mercoledì), Banca Mediolanum, Banco Bpm e Tim (giovedì), Maire Tecnimont e Unicredit (venerdì).

Latest News