6.1 C
Milano
lunedì 5 Dicembre 2022

JP Morgan rileva Pernigotti per il rilancio, finanziamento immediato di 10 milioni

Milano – La Pernigotti è salva. Lo storico marchio di cioccolato, fondato nel 1868 a di Novi Ligure, passerà dalla famiglia turca Toksoz, che l’aveva rilevata nel 2013, alla società Lynstone, veicolo finanziario della banca d’affari statunitense J.P. Morgan. E così si completa il salvataggio della società dolciaria italiana, che ha ottenuto anche un finanziamento di 10 milioni per le esigenze di liquidità più immediate da illimity Bank. Con queste risorse potrà partire il rilancio dell’azienda ligure, sulla quale aveva messo gli occhi anche la Witor’s, competitor cremonese controllata da 21 invest che fa capo ad Alessandro Benetton. Assieme a Pernigotti sono salvi anche una cinquantina di lavoratori che hanno lottato senza tregua per il salvataggio dell’azienda.

E’ stata infatti firmata in questi giorni la cassa integrazione straordinaria di 12 mesi, in continuità con quella per riorganizzazione scaduta il 30 giugno scorso. E’ quello per cui abbiamo sempre lottato, fin dal primo giorno quattro anni fa”, commenta Piero Frescucci, rsu Uila Uil. “Il buon governo della trattativa, la perseveranza dei dipendenti e la lotta hanno portato al salvataggio definitivo dello storico marchio novese. Vigileremo affinché non siano commessi gli stessi errori della dirigenza uscente”, aggiunge Raffaele Benedetto, segretario generale Flai Cgil. “Auspichiamo di avere presto un incontro con la nuova proprietà per avere un confronto sulla produzione, gli investimenti e il piano industriale”, precisa Enzo Medicina, segretario generale della Fai Cisl di Alessandria Asti.

Latest News