15 C
Milano
giovedì, Ottobre 21, 2021

JP Morgan, balzo degli utili nel terzo trimestre. Impennata nel M&A

JPMorgan Chase & Co ha riportato un balzo negli utili del terzo trimestre mercoledì, poiché il più grande braccio di Wall Street della banca statunitense ha capitalizzato su un boom di accordi globali.

L’utile netto di JPMorgan è salito a $ 11,7 miliardi, o $ 3,74 per azione, nel trimestre conclusosi il 30 settembre, rispetto a $ 9,4 miliardi, o $ 2,92 per azione, un anno prima. Secondo Refinitiv, gli analisti si aspettavano in media un guadagno di 3,00 dollari per azione.

La più grande banca degli Stati Uniti, le cui fortune riflettono la salute dell’economia, ha affermato che una solida attività di fusioni e acquisizioni (M&A) e una forte performance dalla sottoscrizione di offerte pubbliche iniziali (IPO) hanno compensato un rallentamento degli scambi nel terzo trimestre. Le commissioni per la consulenza sulle operazioni sono quasi triplicate, mentre anche la sua unità di asset e wealth management ha registrato una forte crescita.

“JPMorgan Chase ha ottenuto ottimi risultati poiché l’economia continua a mostrare una buona crescita, nonostante l’effetto frenante della variante Delta e le interruzioni della catena di approvvigionamento”, ha affermato Jamie Dimon, amministratore delegato di JPMorgan.

La banca ha rilasciato 2,1 miliardi di dollari dalle sue riserve di credito durante il trimestre, “poiché le prospettive economiche continuano a migliorare e i nostri scenari sono migliorati di conseguenza – ha commentato il CEO Jamie Dimon – Come abbiamo detto prima, tuttavia, non consideriamo questi rilasci basati su scenari core o profitti ricorrenti. I nostri guadagni, senza includere il rilascio delle riserve nette e un beneficio fiscale, sono stati di 9,6 miliardi di dollari”.

Latest News

Web TV