4.4 C
Milano
martedì 6 Dicembre 2022

Johnson & Johnson taglia guidance utili per dollaro forte

New York – Johnson & Johnson, società farmaceutica statunitense, ha registrato ricavi pari a 24,02 miliardi di dollari nel secondo trimestre del 2022, in crescita del 3% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. La crescita operativa è stata dell’8%, mentre la crescita operativa rettificata dell’8,1%. L’utile è diminuito del 23,3% a 4,81 miliardi di dollari. L’utile per azione è stato di 1,80 dollari, in diminuzione del 23,4%, mentre l’utile rettificato per azione di 2,59 dollari, in aumento del 4,4%. Il mercato, secondo dati Refinitiv, si aspettava un utile per azione di 2,54 dollari su ricavi per 23,77 miliardi di dollari.

“I nostri solidi risultati del secondo trimestre riflettono la forza e la resilienza della leadership di mercato della nostra azienda nel mezzo di sfide macroeconomiche – ha affermato il CEO Joaquin Duato – Sono continuamente stimolato dall’attenzione e dalla passione dei miei colleghi in Johnson & Johnson e dalla loro dedizione nel fornire soluzioni sanitarie trasformative a pazienti e consumatori in tutto il mondo”. La società ha tagliato le sue previsioni di profitto rettificato per l’intero anno per il secondo trimestre consecutivo, poiché un dollaro più forte pesa sulle sue vendite al di fuori degli Stati Uniti. Johnson & Johnson ora prevede un utile rettificato per l’intero anno compreso tra 10,00 e 10,10 dollari per azione, dalla sua precedente previsione di 10,15-10,35 dollari. La stima per i ricavi operativi è rimasta nel range 97,3-98,3 miliardi di dollari.

Latest News