21.2 C
Milano
martedì, Settembre 21, 2021

Jackson Hole, Powell: “Possibile tapering entro l’anno, ma variante Delta preoccupa”

“L’inizio del tapering potrebbe essere collocato entro la fine dell’anno, anche se un intervento prematuro potrebbe rivelarsi molto dannoso”.

L’economia degli Stati Uniti continua a fare progressi verso i parametri di riferimento della Federal Reserve per ridurre i suoi programmi di emergenza dell’era della pandemia, ha dichiarato il presidente della Fed Jerome Powell nel discorso sull’outlook dell’economia Usa, in occasione del meeting di Jackson Hole.

Powell ha anche confermato che la banca centrale degli Stati Uniti rimarrà paziente mentre cerca di riportare l’economia alla piena occupazione, ripetendo che vuole evitare di inseguire l’inflazione “transitoria” e potenzialmente scoraggiare la crescita dell’occupazione nel processo – una difesa del nuovo approccio alla politica della Fed che ha introdotto un anno fa.

Sulla decisione potenzialmente imminente della Fed di iniziare a ridurre i suoi 120 miliardi di dollari di acquisti mensili di attività, Powell ha affermato che le settimane trascorse dalla riunione politica della Fed a luglio “hanno portato ulteriori progressi” verso la riparazione del mercato del lavoro, con quasi un milione di posizioni aggiunte, e che tale miglioramento dovrebbe continuare.

Ma ha anche coinciso con “l’ulteriore diffusione della variante Delta”. Per questo “valuteremo attentamente i dati in arrivo e i rischi in evoluzione”, ha affermato Powell, segnalando che le discussioni della Fed su quando esattamente iniziare a ridurre il programma di acquisto di obbligazioni rimangono irrisolte.

Gran parte del discorso di Powell è stato dedicato a un’esposizione del motivo per cui ritiene probabile che l’attuale alta inflazione passi, recitando un elenco di fattori, dai colli di bottiglia della catena di approvvigionamento che potrebbero attenuarsi alla globalizzazione che funge da ancoraggio sui prezzi.

“L’inizio del tapering potrebbe essere collocato entro la fine dell’anno, anche se un intervento prematuro potrebbe rivelarsi molto dannoso”.

L’economia degli Stati Uniti continua a fare progressi verso i parametri di riferimento della Federal Reserve per ridurre i suoi programmi di emergenza dell’era della pandemia, ha dichiarato il presidente della Fed Jerome Powell nel discorso sull’outlook dell’economia Usa, in occasione del meeting di Jackson Hole.

Powell ha anche confermato che la banca centrale degli Stati Uniti rimarrà paziente mentre cerca di riportare l’economia alla piena occupazione, ripetendo che vuole evitare di inseguire l’inflazione “transitoria” e potenzialmente scoraggiare la crescita dell’occupazione nel processo – una difesa del nuovo approccio alla politica della Fed che ha introdotto un anno fa.

Sulla decisione potenzialmente imminente della Fed di iniziare a ridurre i suoi 120 miliardi di dollari di acquisti mensili di attività, Powell ha affermato che le settimane trascorse dalla riunione politica della Fed a luglio “hanno portato ulteriori progressi” verso la riparazione del mercato del lavoro, con quasi un milione di posizioni aggiunte, e che tale miglioramento dovrebbe continuare.

Ma ha anche coinciso con “l’ulteriore diffusione della variante Delta”. Per questo “valuteremo attentamente i dati in arrivo e i rischi in evoluzione”, ha affermato Powell, segnalando che le discussioni della Fed su quando esattamente iniziare a ridurre il programma di acquisto di obbligazioni rimangono irrisolte.

Gran parte del discorso di Powell è stato dedicato a un’esposizione del motivo per cui ritiene probabile che l’attuale alta inflazione passi, recitando un elenco di fattori, dai colli di bottiglia della catena di approvvigionamento che potrebbero attenuarsi alla globalizzazione che funge da ancoraggio sui prezzi.

Latest News

I più letti