22.6 C
Milano
venerdì 7 Ottobre 2022

Italia, Moody’s taglia-tutto: al ribasso outlook su rating banche, utilities e partecipate

Milano – L’agenzia di rating Moody’s ieri ha rivisto al ribasso l’outlook sul rating di 14 banche italiane, 9 utilities ed altre società partecipate statali. Una decisione presa a seguito dell’analoga azione effettuata sul rating sovrano dell’Italia (Baaa3), in risposta al rischio di instabilità politica, ai dubbi sulla puntuale attuazione del PNRR e delle riforme e sulla tenuta dei conti pubblici.

L’agenzia ha rivisto a negativo l’outlook su 14 istituti di credito, confermando i rispettivi rating: Intesa Sanpaolo, UniCredit, BPER, Banca Carige, Mediocredito Trentino-Alto Adige, FCA Bank, Banca del Mezzogiorno – MCC, Cassa Centrale Banca, Cassa Centrale Raiffeisen, Cassa Depositi e Prestiti, Invitalia, Credit Agricole Italia, Credito Emiliano, e Mediobanca. Fra le banche, peggiora anche l’outlook di BNL, oggi parte del Gruppo Bnp Paribas.

Restano invariati invece i i giudizi su Banca Monte dei Paschi di Siena, Banco BPM, Banca Sella Holding, BFF Bank e Banca Ifis in considerazione del livello più basso del loro rating, che è quindi meno sensibile ad un taglio del rating sovrano. Tagliato l’outlook anche su 9 utilities italiane a negativo: Hera, Acea, Italgas, Snam, Terna, Cdp Reti, 2i Rete Gas, A2A, Enel e a controllata Endesa. Stessa decisone per alcune controllate statali come Eni e Poste Italiane.

Latest News