30.9 C
Milano
lunedì 8 Agosto 2022

Italia, Moody’s taglia la crescita ma il fatturato dell’industria è al top

Milano – Moody’s ha tagliato le stime di crescita dell’Italia nel 2022 al +2,3%, dal +3,2% previsto a marzo, e quelle nel 2023 dal +2,1% al +1,7%. L’Eurozona, si legge nel nuovo Macro Global Outlook, crescerà nel 2022 del 2,3%, a fronte del 2,5% previsto due mesi fa, mentre nel 2023 è atteso un piccolo miglioramento (da +2,2 a +2,3%). In frenata anche gli Usa, da +3,7 al +2,8% nel 2022 e dal +2,5% al +2,3% nel 2023, e limitatamente al 2022 anche la Cina, da + 5,1% a +4,5%, mentre nel 2023 il pil di Pechino viene rivisto al rialzo da +5,2 a +5,3%.

Eppure il fatturato dell’industria è cresciuto a marzo al netto dei fattori stagionali del 2,4% in termini congiunturali, registrando una dinamica positiva su entrambi i mercati (+2,6% quello interno e +1,8% quello estero). Lo rileva l’Istat sottolineando che il fatturato totale è aumentato in termini tendenziali (dati corretti per gli effetti del calendario) del 21,4%. Il livello del fatturato dell’industria al netto dei fattori stagionali, tocca il valore massimo dall’inizio della serie storica (gennaio 2000). Al netto della variazione dei prezzi l’indicatore di volume, relativo al solo comparto manifatturiero, mostra un leggero calo.

Latest News