17.2 C
Milano
sabato 28 Maggio 2022

Italia, missione gas: dopo Algeria e Qatar, accordo con Congo e Angola

Roma – Nuova tappa del governo italiano per affrancarsi dalle forniture di gas russo. Oltre alla possibilità di importare maggiori quantità di gas liquefatto, il piano dell’esecutivo è quello di riuscire a sganciarsi il prima possibile dalla rete di distribuzione europea del gas. Il ministro per la Transizione Ecologia Cingolani ha stimato in 24-30 mesi la possibilità per l’Italia di sganciarsi dalle forniture russe. Di qui l’avvio di una serie di tappe nel nord Africa del ministro Luigi Di Maio e dell’ad dell’Eni Claudio Descalzi per implementare le forniture provenienti dal sud: l’ultima è una missione di due giorni per stringere nuovi accordi con la Repubblica del Congo e con l’Angola.

L’Italia deve diversificare le fonti di approvvigionamento per sostituire 29 miliardi di metri cubi di gas russo, alla luce dell’invasione dell’Ucraina. Con Algeria e Quatar i primi accordi per arrivare all’indipendenza energetica dalla Russia, sostituendola con un’altra dipendenza, verso il continente nero. Con Algeri l’accordo è di prevedere in tempi non troppo dilatati il transito di altri 10 miliardi di metri cubi di gas attraverso il Transmed. Un’altra importante fornitura arriverebbe dal Qatar: Di Maio e Descalzi hanno raggiunto un’intesa per garantire forniture aggiuntive rispetto ai 7 miliardi di metri cubi che Doha già assicura al nostro Paese.

«Già così ne compenseremo la metà in due mesi – dice il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio -, si può andare anche oltre». Con gli ultimi due nuovi partner energetici, Congo e Angola, i dettagli delle trattative sono ancora in corso ma “vi posso confermare che i nostri paesi rafforzeranno la cooperazione energetica – ha dichiarato Di Maio -. Dopo Algeria e Qatar, questo è un altro passo avanti che ci permette di consolidare il piano italiano di sicurezza energetica: dobbiamo fare il massimo per evitare che le conseguenze di questa guerra russa in Ucraina ricadano sulle famiglie e sulle imprese italiane”.

Latest News