1 C
Milano
sabato 28 Gennaio 2023

Invitalia per salvare l’Isab di Priolo?

Milano – Si fa sempre più probabile l’utilizzo di Invitalia per procedere ad un intervento di salvataggio della Isab di Priolo. È quanto emerge da ambienti governativi a 24 ore dal Consiglio dei ministri che dovrebbe formalizzare una proposta per risolvere la situazione dell’azienda di raffinazione petrolifera controllata dalla russa Lukoil. La preferenza dello strumento Invitalia rispetto ad una partecipazione diretta del Tesoro o tramite Cassa depositi e prestiti deriva dalla similitudine con altre crisi industriali complesse e di portata strategica per le quali era stato necessario l’intervento dell’Agenzia controllata dal ministero dell’Economia e delle Finanze.

Come già accaduto con lo schema per il salvataggio dell’Ilva di Taranto, il governo italiano potrebbe entrare con contributi in conto capitale assegnati dal Mef e con la stesura di un contratto di programma attraverso il ministero delle Imprese e del Made in Italy. Tra le molte questioni da definire oltre all’entità dell’impegno finanziario – si è parlato di un miliardo di euro di garanzie necessarie perché la società possa acquistare materia prima sui mercati al di fuori da quello russo – anche le competenze da portare eventualmente dentro la società, i piani di sviluppo e le modalità di gestione delle risorse pubbliche. Tutto questo dipende ovviamente della strategia che il governo delineerà per procedere all’intervento sulla base della sicurezza strategica visto che l’azienda raffina circa un quinto del fabbisogno nazionale di petrolio.

Latest News