20.4 C
Milano
domenica 1 Agosto 2021

Guida pratica al vocabolario dell’equity crowdfunding

I più letti

Roi, Irr e holding period. Con una breve guida, Concrete Investing spiega significato dei termini tecnici per la valutazione di questa tipologia di investimenti

Il primo passo da compiere quando si decide di investire in un progetto immobiliare è analizzarne le caratteristiche principali. La piattaforma per visionare, valutare e investire in operazioni immobiliari, Concrete Investing le riassume, attraverso i termini che caratterizzano questo segmento di mercato, le informazioni essenziali per comprendere le previsioni su quanto durerà e frutterà l’investimento: 

1. Roi. Dall’inglese Return on Investment, indica il ritorno totale sul capitale investito, è espresso in percentuale e si ricava dalla formula: (Capitale Finale – Capitale Investito) 

2. Capitale Investito Irr. Acronimo di Internal Rate of Return (ovvero, “tasso Interno di rendimento), indica una metrica finanziaria convenzionale che misura i rendimenti di un’attività economica su base annuale. 

3. Holding period. Indica la lunghezza del periodo di detenzione di una data attività in portafoglio. Ogni investimento proposto attraverso la nostra piattaforma di crowdfunding immobiliare è corredato da queste informazioni, reperibili sul nostro portale nella pagina dedicata ai progetti e nella documentazione d’Offerta allegata.  

L’importanza dei target: obiettivo minimo e overfunding  Altro concetto fondamentale nella procedura di investimento attraverso le piattaforme di equity crowdfunding immobiliare è quello di “obiettivo”. 

Ogni raccolta di capitali infatti ha un obiettivo minimo e un obiettivo massimo. Le parole chiave:

1. Obiettivo minimo. Il target minimo prefissato raggiunto il quale l’Offerta è da considerarsi valida: gli investitori partecipanti diventano a tutti gli effetti soci della società offerente. Se questa ipotesi non si dovesse verificare, gli investitori sarebbe rimborsato interamente della cifra investita senza costi aggiuntivi. 

2. Overfunding. Qualora l’Offerta raccolga capitali oltre l’obiettivo minimo, è possibile accogliere investimenti fino a una soglia massima prestabilita e definita nell’aumento di capitale sottoscritto dalla Società proponente. In questi casi si parla di overfunding. 

Numerosi progetti proposti su Concrete Investing si sono conclusi in overfunding, raggiungendo l’obiettivo massimo di raccolta: tra questi ELLE Building, Vasari 3, Varese 10. Sul nostro portale è possibile visionare tutti i progetti già finanziati e quelli che hanno raggiunto l’exit, con le relative informazioni.  

Per finire: l’exit del progetto e la società fiduciaria  Al termine dell’holding period infatti si arriva alla fase di Exit. Vediamo cosa significa:  Exit: tecnicamente con questo termine si definisce la vendita delle quote di una società da parte di un soggetto che vi ha investito con lo scopo di realizzare un guadagno. 

Nel caso del crowdinvesting del settore real estate, con la exit si registra la liquidazione della Società di scopo (SPV) che ha raccolto tramite equity crowdfunding e la contestuale remunerazione di tutti gli investitori partecipanti. ELLE Building, Le dimore di via Arena, Torre Milano sono i progetti di crowdfunding immobiliare proposti da Concrete Investing che hanno già raggiunto la exit. 

Infine, c’è un ultimo aspetto sul quale vale la pena soffermarsi, perché inquadra un soggetto coinvolto durante il processo di investimento:  la Società fiduciaria: si fa carico di tutte le attività necessarie per la gestione amministrativa delle quote, opera come sostituto di imposta e solleva l’investitore da ogni adempimento fiscale. 

Concrete Investing ha introdotto il servizio di intestazione fiduciaria delle quote sottoscritte attraverso una società fiduciaria di amministrazione, autorizzata e vigilata dal Ministero dello Sviluppo Economico.

spot_img

Latest News