21.3 C
Milano
sabato 28 Maggio 2022

Guerra ucraina, lievita anche il prezzo dell’olio di palma

Milano – I future sull’olio di palma malese hanno toccato il top da 4 settimane a 6.465 Myr per tonnellata e hanno registrato un rialzo di oltre il 9% nell’ultima settimana, il più grande balzo settimanale in più di sei mesi, sostenuti dalle preoccupazioni per la scarsa offerta e la forte domanda dei principali acquirenti, India e Cina.

La carenza di oli di girasole e di colza, prodotti per quasi il 75% dell’export mondiale da Russia e Ucraina, sta costringendo i principali importatori a cercare alternative tra cui l’olio di palma importato da Malesia e Indonesia. Le importazioni di olio di palma dall’India sono aumentate del 18,7% a marzo rispetto al mese precedente, poiché gli investitori si sono mossi per assicurarsi alternative all’olio di girasole proveniente dall’Ucraina.

Nel frattempo, le esportazioni di prodotti a base di olio di palma della Malesia dal 1 al 10 aprile sono diminuite del 19,3% rispetto allo stesso periodo di marzo, secondo i dati ufficiali. Inoltre, il Malaysian Palm Oil Council prevede un leggero aumento della produzione globale nel 2022, con una produzione della Malesia di 18,9 milioni di tonnellate e quella dell’Indonesia di 47,1 milioni di tonnellate.

Latest News