17.2 C
Milano
sabato 28 Maggio 2022

Guerra ucraina, emissione record di covered bond in Eurozona

Milano – Nel primo trimestre del 2022, l’emissione di obbligazioni garantite (i cosiddetti “covered” bond) denominate in euro è stata pari a circa 70 miliardi di euro. A fine aprile, le emissioni avevano superato gli 85 miliardi di euro, secondo i dati di Scope Ratings. Si tratta del dato più elevato degli ultimi 10 anni, evidenzia l’agenzia di rating tedesca, a dimostrazione del fatto che alcuni finanziamenti inizialmente previsti come “unsecured” sono stati sostituiti con obbligazioni garantite, “anche a causa della chiusura del mercato dei finanziamenti non garantiti per le banche a seguito dell’invasione russa dell’Ucraina”.

In sostanza, i covered bond si stanno dimostrando ancora una volta lo strumento di finanziamento di riferimento in una crisi, secondo l’analisi. “L’invasione russa dell’Ucraina non altera le nostre aspettative generali per il mercato nel 2022 – ha affermato Karlo Fuchs, responsabile delle obbligazioni garantite di Scope – Invece, la guerra sta fungendo da acceleratore per temi già esistenti: aumento dell’inflazione, normalizzazione della politica monetaria e aumento del debito sovrano”.

“Poiché la BCE si sta lentamente ma costantemente ritirando dal mercato, i rendimenti positivi stanno nuovamente attraendo investitori real-money. I fattori di credito, in particolare la qualità creditizia delle banche e le attività di copertura, diventeranno un fattore più rilevante nella restante parte dell’anno”, ha aggiunto Fuchs. Secondo Scope Ratings, finora la guerra non ha danneggiato la qualità creditizia delle obbligazioni garantite, in quanto le banche europee sono entrate in questa ultima crisi da una posizione di forza.

Latest News