17.1 C
Milano
martedì, Settembre 21, 2021

Gensler, presidente della SEC: “Le piattaforme di crypto devono essere regolamentate per sopravvivere”

Il presidente della Securities and Exchange Commission Gary Gensler ha affermato che le piattaforme di criptovaluta sono diventate così grandi che devono adottare una regolamentazione o rischiano di perdere la fiducia degli investitori.

“Con circa $ 2 trilioni di valore in tutto il mondo, il mercato delle criptovalute se vorrà avere ancora rilevanza tra 5 e 10 anni, sarà all’interno di un quadro di politica pubblica“, ha detto Gensler al Financial Time. “La finanza è una questione di fiducia, in definitiva.”

Gensler, che ha assunto la responsabilità del regolatore dei mercati ad aprile, ha detto a FT che si sta concentrando sulle piattaforme di trading di criptovalute perché il 95% o più dell’attività nel mercato “altamente speculativo” si svolge su di esse con protezioni per gli investitori che ha descritto come “in realtà scarse”.

I legislatori e le autorità di regolamentazione statunitensi sono sempre più preoccupati per le criptovalute, asset digitali altamente volatili che sono diventati estremamente popolari tra gli investitori al dettaglio e persino tra alcune importanti istituzioni nell’ultimo anno.

Le piattaforme di acquisto e vendita di criptovalute sono una gigantesca impresa negli Stati Uniti: Coinbase, quotata a New York, ha registrato un profitto di 1,6 miliardi di dollari nel secondo trimestre.

Tuttavia, rimane ancora abbastanza confusione su quale regolatore debba supervisionare il mercato. I regolatori pensano in generale che il bitcoin, la più grande criptovaluta, sia più simile a una merce che a un titolo. Gensler ha affermato che molti token crittografici sono titoli, tuttavia, e ha chiesto al Congresso di conferire alla SEC maggiori poteri per governare il mercato.

Il presidente della Securities and Exchange Commission Gary Gensler ha affermato che le piattaforme di criptovaluta sono diventate così grandi che devono adottare una regolamentazione o rischiano di perdere la fiducia degli investitori.

“Con circa $ 2 trilioni di valore in tutto il mondo, il mercato delle criptovalute se vorrà avere ancora rilevanza tra 5 e 10 anni, sarà all’interno di un quadro di politica pubblica“, ha detto Gensler al Financial Time. “La finanza è una questione di fiducia, in definitiva.”

Gensler, che ha assunto la responsabilità del regolatore dei mercati ad aprile, ha detto a FT che si sta concentrando sulle piattaforme di trading di criptovalute perché il 95% o più dell’attività nel mercato “altamente speculativo” si svolge su di esse con protezioni per gli investitori che ha descritto come “in realtà scarse”.

I legislatori e le autorità di regolamentazione statunitensi sono sempre più preoccupati per le criptovalute, asset digitali altamente volatili che sono diventati estremamente popolari tra gli investitori al dettaglio e persino tra alcune importanti istituzioni nell’ultimo anno.

Le piattaforme di acquisto e vendita di criptovalute sono una gigantesca impresa negli Stati Uniti: Coinbase, quotata a New York, ha registrato un profitto di 1,6 miliardi di dollari nel secondo trimestre.

Tuttavia, rimane ancora abbastanza confusione su quale regolatore debba supervisionare il mercato. I regolatori pensano in generale che il bitcoin, la più grande criptovaluta, sia più simile a una merce che a un titolo. Gensler ha affermato che molti token crittografici sono titoli, tuttavia, e ha chiesto al Congresso di conferire alla SEC maggiori poteri per governare il mercato.

Latest News

I più letti