26.1 C
Milano
domenica 3 Luglio 2022

Gas, Sonatrach rafforza la cooperazione con l’Italia

Algeri – Il gruppo energetico algerino Sonatrach avrebbe ufficialmente deciso di rivedere il prezzo di vendita del gas alla Spagna, aggiustandolo secondo gli attuali prezzi del mercato mondiale. Secondo il quotidiano nordafricano “El Watan”, che cita proprie fonti, la compagnia statale algerina ha attivato le clausole di indicizzazione che prevedono una revisione del prezzo di vendita nel contratto a lungo termine tra Algeri e Madrid ogni due anni.

Il giornale algerino riferisce che la parte algerina intende sfruttare l’impennata dei prezzi del gas, in coincidenza con la guerra in Ucraina, per rivedere i prezzi con la parte spagnola, con la quale i rapporti si sono deteriorati nelle ultime settimane, a causa del cambio della politica estera del premier Pedro Sanchez sul dossier del Sahara occidentale. Vale la pena ricordare che le forniture algerine alla Spagna avvengono sulla base di contratti estremamente frammentati con molteplici clienti.

La stessa fonte aggiunge che, nello stesso contesto, l’Algeria intende rafforzare i suoi rapporti bilaterali con l’Italia in tema di idrocarburi, alla luce della visita ad Algeri dell’amministratore delegato della società di Eni, Claudio Descalzi, ricevuto domenica 3 aprile, dal primo ministro dell’Algeria, Aimen Benabderrahmane, e dal ministro dell’Energia, Mohamed Arkab. Secondo quanto appreso da “Agenzia Nova”, già lo scorso febbraio l’Algeria aveva dato il via libera a fornire all’Italia gas aggiuntivo nel breve, medio e lungo termine.

Sonatrach attualmente esporta circa 21-22 miliardi di metri cubi tramite Transmed, lasciando spazio a una capacità potenziale di ulteriori 10 miliardi di metri cubi. Tuttavia, secondo quanto si apprende, i numeri delle importazioni in Italia sarebbero inferiori e non dovrebbero superare i 15-16 miliardi di metri cubi annuali.

Latest News