25.7 C
Milano
venerdì 27 Maggio 2022

Formazione e Microcredito per combattere la disoccupazione

“Il settore pubblico promotore della formazione delle risorse umane e della creazione di aziende, combattendo così la disoccupazione, aumentando il grado di innovazione sociale e utilizzando al meglio i fondi europei”. E’ l’obietttivo ambizioso lanciato a Ivrea, martedì 29 marzo, durante l’evento organizzato da Ente Nazionale per il Microcredito (ENM) e ANPAL (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro) per fare il punto sulla situazione occupazionale in Italia e presentare i risultati del progetto formativo e di avvio all’impresa Yes I Start Up (YISU), attuato dall’ Ente Nazionale per il Microcredito (ENM), in accordo con ANPAL. All’incontro patrocinato fra gli altri dalla Città di Ivrea, Fondazione Adriano Olivetti, Associazione Archivio Storico Olivetti, Unesco, Confindustria Canavese, Confartigianato Torino Città Metropolitana, Camera di Commercio di Torino, Confesercenti Torino e Provincia, Ascom Confcommercio e Federterziario Piemonte hanno preso parte il Vescovo di Ivrea, Monsignor Edoardo Aldo Cerrato, il sindaco della città Stefano Sertoli, il presidente dell’Ente Nazionale del Microcredito, Mario Baccini, il deputato membro della Commissione Politiche Ue della Camera, Alessandro Giglio Vigna, l’assessore all’Innovazione della Regione Piemonte, Matteo Marnati, l’assessore alle Politiche giovanili del Comune di Ivrea, Giorgia Povolo, la presidente della Fondazione Adriano Olivetti Cinthia Bianconi e il presidente dell’Associazione Archivio Storico Olivetti Gaetano Di Tondo. Durante la giornata (che si è conclusa con un tour del Visitor Centre Unesco, all’interno dei siti Olivetti), si sono alternate diverse testimonianze fra cui: ANPAL, Invitalia, Ente Nazionale per il Microcredito, Camera di Commercio Torino. “Il possesso di un titolo di studio più elevato è mediamente associato a vantaggi significativi non soltanto sul fronte dell’occupazione, come per esempio trovare un primo impiego al termine degli studi ma anche dal punto di vista retributivo” ha affermato il presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo ospite dell’evento. “Per rafforzare la partecipazione dei giovani al mercato del lavoro e i loro livelli di occupazione bisogna dunque partire da qui, da un investimento forte in formazione. E la riflessione vale in particolare per un Paese, come il nostro, dove oltre due milioni di giovani, pari al 23% dei ragazzi e delle ragazze di età compresa tra i 15 e i 29 anni, non è inserito in un percorso scolastico o formativo e neppure ha un impiego, nelle regioni del Sud arrivano a superare il 32%”. Formazione gratuita per creare impresa e supportare i giovani che vogliono diventare startupper: ecco la formula proposta a Ivrea. “A tre anni dalla prima sperimentazione, Yes I Start Up è diventato un modello strutturato capace di accompagnare e formare giovani e donne a diventare imprenditori ed imprenditrici” ha dichiarato il capo progetto per Ente Nazionale per il Microcredito, Nicola Patrizi. “Il progetto ha permeato tutto il territorio italiano, dalla grande città sino alle aree interne, grazie alla comunità partenariale aperta che ha contribuito in maniera determinante a creare nuovi imprenditori.

Latest News