10 C
Milano
lunedì, Ottobre 18, 2021

Forex, il dollaro resta sui minimi Crollano le criptovalute nel mirino della Cina

Il biglietto verde si mantiene sui minimi dell’anno pur recuperando qualcosa
dall’apertura europea nei confronti delle principali divise

Il dollaro mantiene i minimi dell’anno in corso e recupera terreno nei confronti delle
principali valute europee. Mentre la dura posizione cinese sulle criptovalute spinge al
ribasso bitcoin ed ether.
Come riporta Reuters, il mercato ritiene che i verbali dell’ultima riunione dell’istituto
centrale Usa confermeranno una visione ultra-dovish grazie all’interpretazione secondo cui
le attuali pressioni inflazionistiche saranno transitorie, ma nonostante questo cresce tra gli
investitori l’aspettativa di un tapering prima del previsto.
L’inflazione nel Regno Unito è più che raddoppiata in aprile portandosi all’1,5% su mese e
rafforzando i timori secondo cui il surriscaldamento dei prezzi sarà persistente. La sterlina
perde lo 0,3% contro dollaro a quota 1,4165 dollari, dopo un picco stamani a 1,42.
L’euro ha toccato il massimo sul dollaro da inizio gennaio a 1,2244 stamani per poi cedere
leggermente terreno.
Crollano intanto le divise digitali dopo che la Cina ha impedito alle istituzioni finanziarie di
offrire servizi legati ad asset in criptovalute, ammonendo gli investitori riguardo ai profili
speculativi del cripto-trading.
Occhi sul Bitcoin sceso ai minimi da tre mesi intorno a 36.250 dollari con un calo superiore
al 10% e ben sotto la soglia psicologica a quota 40.000. L’ether sprofonda del 20% a
2.690 dollari.
Le istituzioni finanziarie cinesi non saranno in grado di offrire la registrazione, il trading, il
clearing ed il setting delle criptovalute, in un colpo per gli investitori che stavano
scommettendo che gli asset digitali avrebbero guadagnato presto lo status di mainstream.

Latest News

Web TV