28.9 C
Milano
giovedì 30 Giugno 2022

Fed-Day, verso una stretta choc di 75 punti base?

Washington – Riflettori tutti puntati oggi sulla Federal Reserve, nel giorno in cui la banca centrale guidata da Jerome Powell annuncerà la propria decisione sui tassi di interesse. Il timore è quello di una stretta monetaria di 75 punti base (invece di 50 come deciso a maggio) che, il Fomc, il braccio di politica monetaria della Fed, non starebbe escludendo a priori, alla luce dei dati diffusi venerdì sui prezzi al consumo schizzati ai massimi di 40 anni. Se non sarà deciso stavolta un ritocco di forte portata, potrebbe essere preparato il terreno ad una mossa simile per la prossima riunione, calendarizzata a fine luglio.

Non solo negli USA, ma anche nel resto del mondo, i prezzi risentono dei forti aumenti di energia e materie prime, che si erano verificati già prima dell’esplosione della guerra in Ucraina, spinti inoltre dalle sanzioni che USA ed Europa hanno varato contro Mosca e le sue esportazioni di materie prime. Pesano non poco anche le strozzature nelle catene di approvvigionamento globali, che sono state esacerbate sia dai nuovi lockdown decisi dalla Cina perseguendo l’obiettivo di “zero Covid”, sia dagli stimoli monetari varati dall’amministrazione Biden lo scorso anno. Alle 20.00 italiane si conoscerà la decisione sui tassi, mentre alle 20.30 il banchiere Powell terrà la conferenza stampa esplicativa. E, contestualmente alle decisioni, verranno pubblicate le nuove previsioni economiche aggiornate.

Latest News