1 C
Milano
martedì, Dicembre 7, 2021

Euronext, a Roma l’attività di clearing. Gualtieri: “Opportunità per la Capitale”

Euronext trasformerà Cc&g, la Cassa di compensazione e garanzia integrata con l’acquisizione di Borsa Italiana, in Euronext Clearing, rendendola la Ccp (controparte centrale) di scelta di Euronext per i suoi mercati di cash equity, derivati quotati e commodity. A comunicarlo Stephane Boujnah, amministratore delegato di Euronext, durante l’Investor Day del gruppo, in corso a Palazzo Mezzanotte.

La Cc&g, con sede a Roma, rappresenta la principale infrastruttura paneuropea del mercato dei capitali e ora diventerà il centro operativo di tutti i clearing del gruppo Euronext.

L’annuncio è un’ulteriore conferma di quanto detto ieri durante la presentazione del piano al 2024 di Euronext, che punta a una crescita dei ricavi del gruppo fra il 3 e il 4% e dell’Ebitda tra il 5 e il 6% con un politica dei dividendi invariata quindi con un pay-out pari al 50% dell’utile. L’obiettivo nel trienno delle sinergie è aumento del 67% a 100 milioni soprattutto grazie alla prevista espansione europea delle attività di clearing di CC&G (Cassa di Compensazione e Garanzia) e la migrazione del Core Data Centre di Euronext da Londra a Bergamo.

Euronext continuerà ad offrire un modello di Ccp ad accesso aperto per la compensazione del cash equity e questa è una decisione strategica e razionale, una diretta conseguenza dell’acquisizione di Borsa Italiana. Euronext posizionerà Cc&g come una stanza di compensazione europea e Cc&g sarà potenziata con un nuovo quadro di ‘value at risk‘, in un dialogo continuo con le autorita’ di regolamentazione, e sara’ rafforzata con una tecnologia all’avanguardia in linea con le sue nuove ambizioni internazionali.

Come riporta il Sole24Ore, Euronext finora non ha gestito direttamente le attivià di compensazione per i suoi mercati di derivati quotati e, dal 2003, si affida a una camera di compensazione terza, Lch, controllata da London Stock Exchange Group, per la compensazione della maggior parte dei flussi di negoziazione in contanti e derivati sui suoi mercati, con un accordo di condivisione dei ricavi.

“Abbiamo ora un’opportunità di crescita e di sviluppo per la nostra città: non solo per contribuire al suo rilancio nel panorama internazionale ma anche per attrarre funzioni pregiate come quelle connesse allo sviluppo di una controparte centrale, rafforzando il suo tessuto economico e creando occupazione di qualità” ha dichiarato Roberto Gualtieri, neo sindaco della Capitale, come riportato da Milano Finanza.

Latest News

Web TV