6.1 C
Milano
lunedì 5 Dicembre 2022

Cyberoo, Germania e Francia i mercati esteri più interessanti

Milano – “Abbiamo avuto una prima dell’anno molto positiva, con un riscontro attivo dal mercato e una consapevolezza crescente in cybersecurity, e quindi sicuramente ci aspettiamo anche di più nella seconda parte dell’anno”. Lo ha detto a Teleborsa Veronica Leonardi, Chief Marketing Officer & IR di Cyberoo, a margine della terza edizione di NextGems, la investor conference organizzata da T.W.I.N e Virgilio ir. “Sulla cybersecurity c’è grande consapevolezza e sicuramente questo momento di mercato è molto complicato. Le aziende stanno affrontando problemi importanti legati all’energia e alle materie prime, però rimane comunque grande attenzione alla cybersecurity perché in questo momento complicato non ci si vuole ritrovare anche nella condizione di dover appesantire l’azienda con pagamenti di riscatti piuttosto che ramsonware che bloccano completamente la produzione. L’attenzione è quindi molto alta”, ha aggiunto la manager della società quotata su Euronext Growth Milan e specializzata in cybersecurity per le imprese.

“Le aziende – ha evidenziato – ci chiedono il più velocemente possibile di poter essere protette e avere qualcuno a fianco che in caso di problematiche riesca ad affiancarle”. Per quanto riguarda i nuovi accordi commerciali, Leonardi ha affermato: “Siamo molto contenti del network di partner che abbiamo composto in questi anni. Sicuramente abbiamo chiuso il giro con importanti partner che sono entrati recentemente – penso a WindTre – che sicuramente ci permetterà di essere ancora più capillare sul mercato. Questo non toglie che comunque il network di partner è stato costruito con ratio e ci permetterà di raggiungere organicamente e in maniera armonica tutto il mercato”.

“L’estero è sicuramente qualcosa che ci interessa molto – ha spiegato – Avevamo tentato di farlo durante il coronavirus e la pandemia, ma è stato un progetto che abbiamo messo da parte per riaprirlo a luglio 2022, quando da un punto di vista pandemico siamo ci siamo stabilizzati. La Germania è il primo paese che andremo a cercare di aggredire e lo faremo nella stessa modalità con cui abbiamo fatto con l’italiano: quindi con un distributore e una rete di partner da costruire. Ci aspettiamo, entro la fine dell’anno, di accogliere dai 3 ai 5 partner, che quindi vedranno delle revenue sul 2023”, ha sottolineato. “Poi sicuramente ci interessa anche la Francia, perché è un mercato molto simile sia a quello della Germania che a quello dell’Italia, sia come scopertura delle aziende da un punto di vista di cybersecurity ma anche della dimensione dell’azienda e di consapevolezza – ha concluso Leonardi – Quindi sicuramente Germania e Francia sono in questo momento le nazioni a noi più care per la parte di internazionalizzazione”.

Latest News